News

Venerdì 12 Settembre 14:18

Kemp mostra i muscoli: «Sono già pronto»

La stella della Premiata: Non mi piace perdere. Ho accettato la proposta con entusiasmo

E stato presentato ufficialmente ieri mattina Shawn Kemp, nuovo Usa della Premiata Montegranaro. Un giocatore che ha scritto pagine importantissime del basket targato Nba disputando una finale con la maglia di Seattle, sei All Star Game e vincendo anche nel 1994 la medaglia d'oro ai mondiali di Toronto. Tanti sono stati i riconoscimenti dedicati a "The Reignman" che ha catalizzato l'attenzione dei media in questa sua presentazione. Alla presentazione c'erano anche coach Alessandro Finelli, il dt Roberto Carmenati, il presidente Tiziano Basso, i vice Edo Trap e Marco Cannella, il sindaco di Montegranaro, Gianni Basso, con l'assessore allo sport Endrio Ubaldi, e gli assessori sangiorgesi Andrea Agostini e Lauro Salvatelli.
Kemp, cosa pensava prima di venire in Italia e cosa pensa adesso della Premiata Montegranaro?
Prima di arrivare non sapevo cosa aspettarmi, per una volta qui ho potuto ammirare l'ottima organizzazione societaria e anche il fatto che tutti sono fantastici con il sottoscritto. Adesso dovr essere paziente e consapevole che mi attender un duro lavoro.
E' fermo da cinque anni, perch ha deciso di tornare a giocare?
A dire il vero io non ho mai smesso di giocare. Quando ho lasciato l'ho fatto perch non ero soddisfatto di me stesso. Poi, arrivata l'offerta di Montegranaro che non si poteva rifiutare.
Se la sua esperienza Italiana sar positiva la potr considerare anche una rivincita sugli scettici?
Non credo, in questo momento sono una persona cambiata che vuole solo rimettersi in discussione. Non esiste nessuna rivincita personale.
I ritmi nel basket sono cambiati in questi ultimi anni, si sente preparato?
Io vengo dallo Stato dell'Indiana dove non ci siamo mai posti dei limiti. Sono cosciente che il basket sia cambiato, per mi sento pronto per questa esperienza.
Quali sono le sue prime impressioni sulla squadra?
Credo che la Premiata sia unottima squadra che potr contare anche su uno staff all'altezza della situazione. Sono impaziente di imparare da loro e pronto a mettermi a disposizione.
Quanto tempo le occorrer per tornare in forma?
Credo di esserlo gi, ma sono pronto a lavorare duro per migliorarmi. Non voglio essere considerato un giocatore individuale, ma al servizio della squadra. Una cosa importante che non mi piace perdere.
Cosa potr dare alla Premiata Montegranaro?
Spero di poter essere utile alla squadra con l'esperienza e, perch no, anche con la mia leadership.
Amichevole. Ieri sera la Premiata ha disputato la sua quarta amichevole contro la Carife Ferrara mentre oggi sar impegnata a Jesi nel Memorial Apolloni: alle ore 19 disputer la prima semifinale contro Roseto (Legadue).
ROBERTO CICCHINE

Il Messaggero

ULTIME NEWS