News

Sabato 07 Febbraio 14:29

Meneghin eletto nuovo Presidente della FIP: 'Ora mettiamo in pratica quanto detto in questi mesi'

 
Si tenuta a Roma la 41 Assemblea Generale Ordinaria regolarmente costituita per il rinnovo delle cariche federali. Dino Meneghin stato eletto Presidente con 4375 voti (175 schede valide e 20 schede bianche) Meneghin il diciottesimo Presidente della Fip. Questi i Consiglieri federali eletti in rappresentanza delle Societ regionali.
Giovanni Del Franco
Gaetano Laguardia
Giancarlo Salvetti
Angelo Barnaba
Angela Albini
Eugenio Crotti
Giuseppe Rutolini
Adelmo Ferrari
Marcello Crosara

non eletti
Simone Cardullo
Francesco Di Girolamo

Pietro Moretti stato eletto Consigliere federale in rappresentanza delle societ partecipanti ai campionati nazionali maschili non professionistici.

Mario Di Marco stato eletto Consigliere federale in rappresentanza delle societ partecipanti ai campionati nazionali femminili.

Mario Trippanera stato eletto Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, i cui Componenti effettivi sono Luigi Lamberti e Franco De Grassi, mentre Pierpaolo Neri e Antonio Marino Salerno sono componenti supplenti.

Questi i Consiglieri eletti in quota atleti e tecnici per il nuovo Consiglio federale:

Gianni Zappi (Consigliere federale in rappresentanza dei tecnici professionisti)

Bruno Sebastiano Boero (Consigliere federale in rappresentanza dei tecnici non professionisti)

Giuseppe Cass (Consigliere federale in rappresentanza degli atleti professionisti)

Sandra Palombarini, Stefano Persichelli e Maurizio Ragazzi (Consiglieri federali in rappresentanza degli atleti non professionisti)

E inoltre stato eletto Enrico Ragnolini come rappresentante della Consulta delle Regioni.

Non avevo intenzione di intraprendere la carriera politica nello sport, stata una sorpresa anche per me. Cos Dino Meneghin durante la sua prima intervista come Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro.
Ho cambiato idea strada facendo ha detto Meneghin spinto dalla positivit incontrata lungo il percorso e allora mi sono detto perch no. Ho tanta voglia di fare e di mettere a disposizione la mia passione e lesperienza acquisita sul campo in tanti anni. Di sicuro nella mia scelta ha influito anche il momento: un momento particolare in cui tutti devono rimboccarsi le maniche per il bene della nostra pallacanestro. Ovviamente non sar solo. Posso contare su un gruppo di Consiglieri appassionati e
competenti. Tutti capiranno presto che badare al proprio orticello non
porta da nessuna parte. Tutte le decisioni saranno prese per il bene
del movimento. Sono cinque mesi che stiamo parlando. Adesso arrivato il momento di mettere in pratica tutto ci che abbiamo detto.
E parlando, per la prima volta, da uomo politico Dino Meneghin ha
dichiarato che non far mancare il proprio appoggio al presidente del
Coni Giovanni Petrucci, soprattutto in vista delle elezioni Coni:
Conosco Petrucci da tanti anni ha dichiarato Meneghin e oltre ad
essere un amico del basket una persona competente, capace,
appassionata e che sa gestire al meglio situazioni anche delicate. Ha
lavorato bene in questi anni e posso dire che il nostro movimento lo
appogger senza alcun dubbio.
Meneghin poi entrato nel vivo delle questioni pi importanti illustrando i principali obiettivi programmatici: La prima cosa da fare ha spiegato Meneghin recuperare il rapporto con le Leghe e trovare unintesa che possa andare bene sia ai club e ai loro interessi sia ai giocatori italiani
per trovare pi spazio in squadra. Una volta trovato laccordo si
potr valutare anche una riforma dei Campionati e valutare se il
numero attuale di squadre sia troppo elevato e vada a scapito della
competitivit. Non dimentico neanche il Settore Giovanile: per come la
vedo io i tecnici delle giovanili non devono soltanto allenare e mettere in campo i ragazzi ma anche essere per loro dei secondi pap o fratelli maggiori che possano insegnare anche il comportamento fuori dal campo.
Riguardo il rapporto con le Leghe Meneghin si detto fiducioso: So che sar un percorso difficoltoso, come lo stato fin ora anche per via dei continui cambi in corsa. Ora aspettiamo il referente per la Legadue e poi saremo tutti ai nostri posti per cercare di trovare una soluzione nel pi breve tempo possibile. Ho intenzione di istituire una Commissione composta da tutte le componenti per arrivare ad una soluzione che possa accontentare tutti. Io sono a disposizione e spero che il buon senso sia la linea che guider i nostri incontri.
Molto sentito il discorso che riguarda la Nazionale ed il valore assoluto della maglia azzurra: Ovviamente ha continuato Dino la nostra Nazionale ha bisogno anche di risultati e per poter imitare la squadra femminile che si appena qualificata per gli Europei c bisogno dellaiuto di tutti. Parler con Bargnani, Belinelli, Gallinari e Hackett per capire le loro intenzioni e avere la loro disponibilit per la prossima estate. La possibilit che questi quattro ragazzi vestano di nuovo lazzurro importante per noi perch sono grandi giocatori, ma anche per loro perch giocare con la maglia azzurra conta davvero tanto. Parker, Gasol e Nowitzki sotto questo punto di vista sono esempi da seguire. Una cosa certa, se non verranno in Nazionale non potremo certo squalificarli ma ora che sono pi tranquilli riguardo la loro carriera in Nba rispetto allo scorso anno spero che vogliano spendere la loro estate in azzurro. Anche per la nostra candidatura ai Mondiali del 2014 sarebbe
importante che accettassero da subito. Ci mostreremmo tutti uniti.
Dalla parte dei giocatori sento di poter dire di non condividere l
attuale calendario per le Nazionali. Con la preparazione in agosto e i
tornei in settembre i giocatori arrivano troppo stanchi ai loro club
per la ripresa dei Campionati. Sarebbe il caso di trovare una
soluzione differente ma questo non dipende da noi ma dalla Fiba.
Da ex Team Manager della Nazionale Meneghin si impegna trovare un suo
sostituto allaltezza: Dobbiamo trovare un Team Manager, non c
dubbio, perch la figura importante. Abbiamo gi cominciato ad
affiancare ex azzurro di rilievo come Coldebella e Della Fiori alle
nostre Nazionali giovanili. Un loro consiglio pi importante di un
consiglio dato magari da un dirigente. Come Team Manager dovremo
trovare una figura di spicco e continuare a coinvolgere ex azzurri.
Nessun dubbio sul Commissario Tecnico: Sono molto contento per
Scariolo e gli auguro tanta fortuna alla guida della Nazionale
spagnola , Messina uno dei migliori tecnici in Europa, ma
Recalcati il nostro allenatore fino ai prossimi Europei.
Sugli arbitri italiani, il livello dei quali molto apprezzato in Europa ma
il cui futuro a rischio per mancanza di un adeguato ricambio
generazionale, Meneghin lancia una proposta: Di sicuro mi preme che si
intensifichi il reclutamento. Non voglio sostituirmi a chi da anni si
occupa di questo settore ma se posso dare un consiglio proporrei di
agevolare gli ex giocatori consentendo loro di saltare alcuni passaggi
per permettergli di arbitrare subito ad alti livelli. Chi ha fatto le
serie maggiori ha acquisito unesperienza di tutto rispetto che pu
riversare in campo con la divisa da arbitro.
Da uomo di campo Meneghin si trover a dover affrontare problemi e tematiche mai affrontate finora: Io sono sempre stato un uomo di campo abituato a prendere decisioni e metterle subito in atto. In questo caso non sar possibile e bisogner valutare attentamente ogni decisione. Io sono fiducioso e trovo una Federazione fatta di gente che lavora e si sbatte ogni giorno. E un mondo che mi ha sorpreso, c grande competenza ma il commissariamento ha portato un po di incertezza. E arrivato il momento anche per loro di lavorare con tranquillit. Per quello che mi riguarda questa mia nuova avventura mi cambier la vita e conto molto sullappoggio di mia moglie e del mio socio Nicola per poter dare il meglio.




FIP.it

ULTIME NEWS