News

Lunedi 06 Luglio 11:36

'Superbasket' è nelle edicole coi poster di Sassari e Reggio Emilia

E' uscito il numero 6 del 2015 di Superbasket, che si tratta del numero 11 da quando la storica rivista di riferimento del basket italiano, fondata da Aldo Giordani nel 1978 e quest'anno al suo 38esimo anno di pubblicazioni, è tornata nelle edicole a cadenza mensile. La straordinaria finale dei playoff tra Sassari e Reggio Emilia meritava una eccezionale copertura giornalistica. Dello storico scudetto della Dinamo Sassari si analizza tutto: la cronaca, l'analisi tecniche, le storie personali, i personaggi, il passato ed il futuro, fino alla nuova carta geografica dell'Italia dei canestri riscritta dall'impresa del Banco Sardegna. La copertura della finale è a cura di Pietro Colnago, Enrico Schiavina, Fabrizio Carcano e Adelmo Tagliavini. Di Sassari e Reggio Emilia Superbasket regala un doppio poster: sono le due squadre che hanno scritto una nuova, bellissima pagina nella storia del basket italiano. Grande spazio ovviamente anche all'eroica sfidante Grissin Bon, andata davvero a un millemetro da uno scudetto che sarebbe stato ugualmente storico. Il direttore Dan Peterson analizza invece la situazione delle semifnaliste sconfitte, la delusione dell'Armani Milano che doveva vincere tutto e non ha vinto nulla, e della Reyer Venezia che si è fermata in gara7 contro Reggio. Le firme di grandissimo prestigio che già facevano parte del "roster" di SB si arricchiscono ulteriormente con due nomi prestigiosi. Uno è quello di Danilo Gallinari, che inaugura la sua pagina "Il Canto del Gallo" con amare considerazioni sull'eliminazione della sua Olimpia Milano ma anche con la felicità per lo scudetto andato a suo cugino Giacomo Devecchi, veterano di Sassari. L'altro è Luigi Datome, la cui pagina si chiama "Parola di Gigi" e prende il via con un pensiero all'azzurro, quello della Nazionale e delle maglie della Dinamo, che hanno portato lo scudetto nella sua amatissima Sardegna. Confermatissime poi le altre rubriche, punti di forza di Superbasket. "Texas hold'em" di Ettore Messina spiega come fermare LeBron James (praticamente impossibile...). "Canasta y Falta" di Sergio Scariolo si occupa dell'imbattibile Real Madrid e spiega perché c'era tanta Spagna nel Dratf NBA. "Cose turche" di Maurizio Gherardini racconta da vicino lo strano percorso umano e professionale di David Blatt ed "Ecco Pozz" di Gianmarco Pozzecco (il fantastico mondo di Meo Sacchetti). In Italia, personaggio del momento è Maurizio Vitolo, Mister Consultinvest. Sponsor che va controccorrente e firma un contratto di ben cinque anni con la VL, lanciando un progetto a lungo respiro sulla piazza di Pesaro. Sontuosa anche la copertura della Finale NBA. Stefano Benzoni, che è stato a Oakland e Cleveland per le finali, racconta la grande avventura dei Golden State Warriors, tratteggia i profili dell'MVP Andrea Iguodala e del leader Stephen Curry. La storia dei due coach delle finali, Steve Kerr e David Blatt, entrambi alla loro prima volta su una panchina NBA, è raccontata da Marco Bonfiglio. "Riaccendete Telecapodistria", ne vale la pena. Il rissoso, irascibile, carissimo Sergio Tavčar ci racconta un altro mostro sacro del basket ex-jugoslavo, forse quello che ha amato più di tutti: Kresimir Cosic. Nel suo "amarcord" il direttore di SB Dan Peterson questa volta ricorda la stagione dello scudetto milanese del 1982, stagione iniziata prendendo una batosta di 45 punti a Pesaro... Tornando in Italia. L'Auxilium in Serie A. Il racconto di Niccolò Trigari del ritorno tra le grandi di una piazza da troppo tempo dimenticata: Torino. Un gradino più sotto, altri tre grandi ritorni: Bologna-Fortitudo, la nuova Mens Sana Siena, e Rieti, tutte e tre neopromosse in A2 in un memorabile weekend di basket a Forlì, vissuto in prima fila da Enrico Schiavina. Ancora. Tutte le foto delle Finali Under 19 di Torino, l'impresa nella Bundesliga del Bamberg zeppo di italiani, la tecnica, con il consueto clinic scritto e illustrato da Dan Peterson, l'affilata rubrica di critica tecnica di Sergio Tavčar, e tanti altri spunti per vivere il basket a 360 gradi. Come sempre eccezionale poi il corredo fotografico su cui poggia l'intera struttura di Superbasket. Grazie all'agenzia Ciamillo-Castoria, leader in Europa nelle foto di basket.

ULTIME NEWS