Forgot the password? x
News

Mercoledì 04 Gennaio 15:56

Germani Basket Brescia, risolto consensualmente il contratto con Marco Passera

Germani Basket Brescia comunica di aver risolto consensualmente il contratto con l’atleta Marco Passera, che lascia la nostra città dopo due stagioni e mezzo, con 90 partite all’attivo tra Serie A e Serie A2 e dopo aver dato un importante contributo alla promozione nel massimo campionato della Leonessa (4.4 punti di media a partita nell’ultima stagione). A Marco va un grande ringraziamento per quanto fatto a Brescia e i migliori auguri per il prosieguo della carriera. "Marco è un grande atleta e una grandissima persona che a Brescia ha dato tanto, in campo e fuori - il pensiero del presidente Graziella Bragaglio -. Lui ha contribuito a far crescere l’amore e la passione per questo sport nella nostra città, coinvolgendo tutto il mondo dei giovani con il suo sorriso e la sua simpatia. Risolvere il contratto con lui è stata per noi una scelta molto dolorosa e combattuta, ma per il bene dell’atleta abbiamo ritenuto di poterlo liberare perché sappiamo che ha ancora tanto da dare e che può togliersi ancora tante soddisfazioni sul parquet". "Ho trascorso a Brescia due anni bellissimi, i ricordi di quello che ho vissuto li porterò con me per sempre - le parole del playmaker -. Quello che abbiamo fatto lo scorso anno è stato qualcosa di stupendo e lo abbiamo fatto tutti insieme. Negli ultmi 3 mesi le cose non sono andate come speravo e ho preso la decisione di partire per avere modo di giocare di più. Un saluto ai tifosi della Leonessa? Li abbracerei tutti, uno ad uno! Purtroppo non ho avuto tempo di salutare nessuno, quella di andare via è stata una decisione rapida e sono dovuto correre via per iniziare al più presto la mia nuova avventura. Avrei voglia di spendere un mese intero per salutarli tutti: oltre che tifosi super, che ci sono sempre stati vicini e ci hanno aiutato nell’impresa della promozione, sono soprattutto brave persone, che mi hanno arricchito molto. Mi ritengo davvero fortunato ad averle conosciute".