Forgot the password? x
News

Domenica 26 Marzo 19:47

L'ex Lighty dalla lunetta decide la sfida di Cremona per il Banco di Sardegna

 
È un David Lighty in grande spolvero, autore di una partita da 19 punti e un primo quarto da incorniciare, a consegnare la vittoria dei giganti al PalaRadi di Cremona: l'ultimo arrivato in casa Dinamo non sbaglia dalla lunetta nel finale thriller del match. La Dinamo conquista i due punti in palio nella sfida della 9° giornata di ritorno al termine di una partita combattuta e vissuta, che ha visto le due squadre confrontarsi a viso aperto fino all'ultimo tiro. Gli uomini di Federico Pasquini partono forte siglando il massimo vantaggio di +14, permettendo poi alla Vanoli di riportarsi in partita e mettere il naso avanti nella terza frazione. La partita si decide nei minuti finali: i giganti, condotti da un super Trevor Lacey, che firma il suo high personale di punti e valutazione con 24 punti a referto, 5/7 da due, 3/5 da tre, 6 rb e 3 as per un totale 30 di valutazione, risalgono la china dal -9 e trovano in Lighty i liberi della vittoria. Per David Lighty un primo quarto stratosferico da 10 punti, 2/2 da due, 2/2 da tre e 3 assist in appena 10': il numero 35 ha chiuso la sfida a referto con 19 punti, 4/5 da due, 4 assist, 2 rimbalzi e 30 di valutazione. La Dinamo torna a sorridere in campionato e si prepara ad affrontare al meglio una settimana di intense sfide. Stanotte i biancoblu faranno rientro in Sardegna dove, a partire da domani, metteranno nel mirino la sfida do or die con Monaco dei quarti di finale di Basketball Champions League: mercoledì alle 20:30 l’appuntamento con la storia è al PalaSerradimigni, in palio un biglietto per le Final Four di BCL. 
La Dinamo Banco di Sardegna scende in campo contro la Vanoli Cremona nel match valido per la 9°giornata di ritorno del campionato. A sette giornate dal termine della regular season i ragazzi di coach Federico Pasquini affrontano una Vanoli Cremona affamata e determinata a conquistare la salvezza. Questa sera il capitano Jack Devecchi firmerà la partita numero 250 in campionato. La sfida. Coach Pasquini manda in campo Lacey, D’Ercole, Sacchetti, Lawal e Lighty, coach Lepore risponde con Johnson-Odom, Harris, Biligha, Turner e Thomas. I giganti partono forte condotti da un super David Lighty, autore di un primo quarto perfetto con 10 punti, 2/2 da due, 2/2 da tre e 3 assist. La Dinamo scappa sul +10 con Lacey, Sacchetti e Lighty, Cremona ci mette una pezza con Harris e Turner. I biancoblu scrivono il massimo vantaggio di +14 poi subiscono la reazione dei padroni di casa che si riportano in parità con Biligha, l’ex Johnson-Odom e Carlino. Dopo 10’ il tabellone dice 27 pari. Nella seconda frazione apre i giochi una bomba di Monaldi, due triple di Wojciechowski siglano il sorpasso della Vanoli che scava un break di 10 punti. Controbreak sassarese con 5 punti di Lacey, bomba del capitano Devecchi e di un super Lighty che dice sorpasso biancoblu. Botta e risposta dall’arco tra Stipcevic e Johnson-Odom: è un canestro piazzato dai 6.75 del play croato a mandare le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 48-49. Al rientro dall’intervallo lungo Cremona mette a segno un parziale di 14-4: i lombardi siglano il +9. Non ci stanno i giganti che accorciano le distanze con un super Trevor Lacey che tocca quota 20 punti. Al 30’ il tabellone dice 68-64. Per tre minuti il punteggio rimane cristallizzato, è Thomas a sbloccare per i suoi. Anche i biancoblu si sbloccano con Lacey in lunetta e la bomba di Stipcevic: il Banco si riporta a un solo possesso di distanza. Mian ricaccia indietro gli avversari dai 6.75, la Dinamo si tiene a contatto con il solito Lacey. Una tripla di Biligha dice +6 per i padroni di casa quando inizia l’ultimo giro di cronometro. Savanovic fa 1/ 2 dalla lunetta, contropiede di Lighty con tap in di Stipcevic. Quando mancano 14’’ il tabellone dice 77-74: Stipcevic dalla linea di carità sigla il -1. E' Lighty l'uomo del destino: il numero 35 biancoblu decide il match dalla lunetta con 4'' sul cronometro. Ai padroni di casa resta l'ultimo tiro di Johnson-Odom che però si spegne sul ferro: al PalaRadi finisce 77-78. 
È coach Federico Pasquini a commentare a caldo il match: “È venuta fuori la partita che mi immaginavo tra due squadre in campo con motivazioni diverse, da una parte con una squadra che aveva bisogno dei 2 punti e l’avrebbe giocata con grande intensità, dall’altra c'eravamo noi vogliosi di tornare alla vittoria e di tirare fuori tutta l’energia che potevamo avere dentro. Eravamo reduci da due viaggi importanti, abbiamo preparato questa partita in un allenamento e mezzo; avevo chiesto ai ragazzi prova di orgoglio e cuore, tirando fuori tutto quello che avevano. Io ho provato ad allungare le rotazioni anche in vista di mercoledì. È stata una partita vera che si è decisa nei dettagli e nei particolari, sono contento perché nonostante la stanchezza abbiamo tenuto la Vanoli a 9 punti nell’ultimo quarto, alternando sempre difese aggressive con grande sacrificio da parte di tutti. Complimenti ai miei ragazzi; come avevo detto nel prepartita questa è una squadra che non ci ha mai deluso dal punto di vista del cuore e degli attributi e anche stasera ha dimostrato su un campo molto difficile le sue qualità”.

Sito Uff. Vanoli Cremona

ULTIME NEWS