Forgot the password? x
News

Giovedì 24 Agosto 21:52

VL Pesaro, Omogbo e Mika si presentano: 'Possiamo vincere tanto'

 
La Victoria Libertas Pallacanestro Pesaro ha presentato nella suggestiva location di Palazzo Gradari due dei suoi nuovi giocatori per la stagione ormai alle porte. Si tratta di Eric Mika ed Emmanuel Omogbo. A presentarli alla stampa e ai tifosi accorsi per conoscerli meglio è stato il direttore sportivo Stefano Cioppi. Erik Mika è nato il 5 Gennaio del 1995 ad Alpine in Utah ed è un centro di 209 cm per 104 kg. In estate ha partecipato alle NBA Summer League con la maglia dei Miami Heat, prima di approdare a Pesaro. Cioppi ha poi elencato alcune delle sue caratteristiche principali:
“Mika si può definire un centro moderno perché sa giocare dentro l’area e con un ottimo utilizzo del piede perno ma al tempo stesso è molto bravo anche in veste di playmaker interno, risultando pericoloso anche fronte a canestro. Ha un grande potenziale anche per essere pericoloso dall’arco. Può sembrare strano per un pivot, ma gli piace molto correre in contropiede, è molto dinamico e rapido”. La parola è poi passata al centro americano classe ’95 che in un perfetto italiano, si è presentato al pubblico con una battuta: ”La prima cosa che ho notato a Pesaro? Beh, che non si trova parcheggio. Sono molto contento di essere qua, e posso dirvi che i miei compagni sono molto bravi, tutti hanno il desiderio di migliorarsi. Ai tifosi dico: “possiamo vincere tanto quest’anno”. Mika ha poi ricordato i suoi trascorsi, tra college negli States e due anni in Italia per seguire la sua grande fede religiosa. “Ho interrotto i miei studi universitari per la mia fede, che per me è molto importante, sicuramente questa esperienza mi è servita molto anche a livello umano”, ha detto. Grazie alla sua ottima conoscenza della nostra lingua, Mika potrà unire il gruppo della Vuelle 2017/2018. “Credo che il basket sia lo sport in cui la squadra e il suo ambiente fanno la differenza. La mia capacità è quella di aiutare a fare gruppo, a fare da ‘ponte’ tra italiani e americani”, ha affermato.
Il direttore sportivo biancorosso ha poi presentato e descritto nel dettaglio la nuova ala forte Emmanuel Omogbo, nigeriano classe 1995 che scenderà in campo con la maglia numero 2. “Manny (questo il suo soprannome, ndr) è un’ala moderna perché ha le qualità tecniche e fisiche per cambiare gli esterni e per poter marcare i lunghi vicino canestro, oltre ad avere la capacità di salto anche per giocare da n.5. Potrà sfruttare la sua grande voglia e capacità di rimbalzo in attacco, insomma è una potenziale macchina da “doppia doppia”. Può ancora migliorare e diventare un giocatore di altissimo livello”, ha evidenziato Cioppi. Il giocatore si è detto entusiasta di essere arrivato a Pesaro e di trovarsi già a proprio agio con i suoi nuovi compagni di squadra. A lui è toccato il compito di descriversi:
“Senza dubbio sono un giocatore atletico, in difesa posso marcare tutti i ruoli, posso contestare i tiri e provare a stoppare e sono molto forte a rimbalzo. Sono debole nella selezione dei tiri, in un campionato di livello come questo dovrò imparare a misurarmi con giocatori più grossi ed esperti di me”. Sul perché abbia scelto l’Italia e Pesaro, ha spiegato: “Perché si tratta di un club professionistico e con una grande storia, ho scelto di mettermi in gioco per riportare la Vuelle ai livelli che le competono. Quando il mio agente mi ha parlato di Pesaro ho sentito dentro di me una grande gratitudine”. Una curiosità: Emmanuel è arrivato in America a 7 anni ed inizialmente giocava a calcio, poi all’età di 15-16 anni ha iniziato a giocare a basket. In chiusura, è stata ricordata anche la sua storia personale che ha emozionato il pubblico presente. “Ho perso i miei genitori e quindi mi sono fatto carico della mia famiglia, per me quella tragedia è ancora viva, ma posso sentirmi orgoglioso di essere l’uomo di casa. Quello che posso fare è guardare avanti e tenere viva e felice la mia famiglia”, ha detto ‘Manny’. La presentazione dei due nuovi giocatori si è chiusa con le considerazioni del presidente della VL, Ario Costa che ha detto: “I ragazzi che formano la squadra hanno una motivazione incredibile che li ha portati qui, e questo lo abbiamo capito fin da subito guardandoli negli occhi. Sono convinto che ci faranno divertire e che sentiremo parlare a lungo di alcuni di loro”.

Sito Uff. V.L. Pesaro