Forgot the password? x
News

Domenica 19 Novembre 20:50

Germani Basket Brescia, ecco l'ottava meraviglia. Anche la Betaland si inchina alla capolista

 LegaGallery
Germani Basket Brescia, ecco l’ottava meraviglia! La Leonessa si regala un’altra giornata meravigliosa, superando nettamente davanti al proprio pubblico la Betaland Capo d’Orlando con il punteggio di 87-53. Davanti a un PalaGeorge gremito va in scena una gara senza storia, che vale alla Germani la conquista dell’ottava perla consecutiva in campionato e l’approdo alla prima pausa del torneo da capolista imbattuta e solitaria, a dimostrazione che quello che sta facendo il quintetto di Andrea Diana non può più essere derubricato come semplice sorpresa. Brescia porta quattro giocatori in doppia cifra (13 punti per Moss e Moore, 12 per Bushati e 11 per Hunt) in un match dominato dall’inizio alla fine e che passerà agli annali anche per l’esordio in Serie A di Giovanni Veronesi, che si toglie anche la soddisfazione di segnare i suoi primi punti nel massimo campionato.
LA PARTITA – ‘Anche voi nella storia di questa città’, recita lo striscione che i tifosi della Curva Nord mostrano alla presentazione delle squadre. In effetti la squadra si presenta al via della gara con la voglia di continuare ad aggiornare il libro dei record, non prima di aver reso un doveroso e toccante ricordo all’arbitro Gianluca Mattioli, ricordato in un sentito minuto di raccoglimento. Pronti, via e Brescia prende subito le redini del match, impedendo gli ospiti di essere efficaci grazie a una difesa asfissiante lungo tutti i 28 metri del campo. E quando Moss esce dalla panchina e inizia a crivellare il canestro dei siciliani, Brescia piazza il primo allungo del match (20-11 al 10′), che poi sarà anche quello decisivo. Nel secondo quarto, infatti, due triple di Bushati aggiornano il massimo vantaggio a favore della Germani, che trova in Lee Moore, più vivo che mai, l’arma per continuare a scardinare la difesa della Betaland e regalare a Brescia il +23 (44-21) con cui le squadre vanno negli spogliatoi nell’intervallo lungo. All’inizio del terzo quarto Brescia allarga in continuazione il gap con gli ospiti, superando in diverse circostanze i 30 punti di vantaggio. Moore e Moss continuano con profitto il loro lavoro, Hunt (a un passo dalla doppia doppia) domina sotto canestro e Brescia permettere a Luca Vitali, autore comunque di 5 assist, e Marcus Landry di trascorrere una giornata in relativa tranquillità. Il 64-31 del 30′ certifica che il match è già in ghiaccio, l’ultimo periodo serve ad Andrea Diana a dare spazio a chi di solito ne ha poco (ottime le risposte di Fall e Traini) e a confezionare l’esordio in Serie A di Giovanni Veronesi, che mette a referto 8 punti con due triple dall’arco. Alla sirena finale l’83-57 finale certifica il dominio della Germani, che arriva alla pausa del campionato imbattuta e solitaria in vetta alla classifica: il sogno della Leonessa continua.
ANDREA DIANA – "Abbiamo disputato una partita molto solida, giocando con aggressività e grande continuità. Sono molto soddisfatto dell’approccio che abbiamo avuto, disputando un tipo di gara che fino a questo momento non avevamo ancora fatto. Abbiamo pressato a tutto campo e aggredito gli avversari, utilizzando ampie rotazioni e distribuendo il minutaggio in tutti i giocatori. Finiamo questo primo ciclo di partite con grande soddisfazione e con grande merito: il nostro obiettivo era quello di partire forte e ci siamo riusciti, grazie all'apporto dei giocatori che erano qui anche lo scorso anno e con l’ottimo contributo dei nuovi. Sappiamo che siamo ancora all'inizio, ora inizieremo a guardare il secondo ciclo di partite con la consapevolezza che stanno per arrivare gare molto dure".