News

Sabato 17 Marzo 20:52

La EA7 Emporio Armani si impone nel finale sulla Dolomiti Energia

 
Una bella Dolomiti Energia Trentino sfiora il colpo contro la capolista Milano: i bianconeri al PalaDesio giocano una partita di grande personalità e contenuti tecnici in attacco e in difesa, ma dopo 40’ di equilibrio esce sconfitta dall’EA7 Emporio Armani per 88-80. Ottima prestazione realizzativa di Flaccadori (16 punti con 6/10 dal campo), contributo totale di Shields che ha addirittura sfiorato la tripla-doppia (15 punti, 10 rimbalzi, 7 assist): a pesare sui bianconeri sono stati i canestri di Micov (28 punti) e i problemi di falli dei principali protagonisti bianconeri nel secondo tempo (Shields, Hogue e Sutton, espulso per doppio fallo tecnico in apertura di quarto periodo). Si interrompe così la striscia di quattro successi consecutivi dell’Aquila Basket. I bianconeri dopo il match di Pesaro di domenica prossima torneranno a giocare fra le mura amiche della BLM Group Arena di Trento sabato 31 marzo: disponibili online a questo link i biglietti per l’anticipo contro la Betaland Capo d’Orlando delle ore 18.00. 
Con Gutiérrez ancora out (il play la prossima settimana comincerà ad allenarsi con il gruppo con l’obiettivo di rientrare per il match contro Capo d’Orlando di fine mese), coach Buscaglia si affida a Forray in cabina di regia, Shields, Sutton, Silins e Hogue. Milano parte mostrando i muscoli (5-0), ma Trento nonostante i tanti errori in attacco tiene botta prima affidandosi alla propria difesa e poi andando a colpire con i tagli di Dom e i canestri di Flaccadori. Una tripla di Diego scrive 11-16, poi sono i punti di Micov a riavvicinare l’EA7 (18-20 dopo i primi 10’). Nel secondo quarto il copione si ripete: Bertans e un Micov sempre più ispirato spingono avanti i padroni di casa, ma la Dolomiti Energia non si scompone. Shields è ovunque (4 punti, 8 rimbalzi e 5 assist all’intervallo lungo), Gomes segna due triple ben costruite dall’attacco bianconero: dopo 20’ di grande equilibrio si va al riposo sul 38-36 in favore di Milano grazie a un canestro di Cinciarini.
Anche il terzo parziale vive di continui sorpassi e controsorpassi: Goudelock, Jerrells e Micov colpiscono dal perimetro, Trento nonostante i problemi di falli di Shields e Hogue però non cala di una virgola la propria intensità difensiva e la propria esecuzione in attacco, così la tripla a fil di sirena di Flaccadori impatta a quota 61 entrando negli ultimi 10’ di partita. Il secondo fallo a tecnico di Sutton (con conseguente espulsione) dà il “la” al break milanese, che con un 11-1 in apertura di periodo permette alle scarpette rosse di ritoccare il nuovo massimo vantaggio (72-63). I bianconeri non ci stanno, e trascinati da Forray, Shields e Hogue restano in scia fino agli ultimi istanti di gioco, quando sono ancora Micov (28 a bersaglio) e Goudelock a segnare i canestri decisivi per sigillare la vittoria dell’EA7. 
“Siamo venuti per provare a fare il massimo per portare a casa la partita, e così abbiamo fatto - commenta il coach trentino Buscaglia - il match è stato sempre equilibrato nel punteggio, ci è mancato poco per fare risultato. Milano è stata brava a strappare i due punti, ma credo che oggi torniamo a casa con tante indicazioni positive: abbiamo dato continuità al rendimento che avevamo espresso nelle ultime partite, siamo riusciti ad uscire dai momenti difficili della serata assieme, di squadra, condividendo il pallone in attacco e rimanendo compatti in difesa. Adesso la sfida è raccogliere ciò che di buono abbiamo seminato nelle nostre ultime sfide e metterlo in campo nelle prossime settimane, a partire dalla trasferta di Pesaro”.

Sito Uff. Aquila Trento

ULTIME NEWS