News

Mercoledì 09 Maggio 11:30

Gli LBA Awards della regular season 2017-18: Rich è l'MVP, Caja miglior allenatore, Casarin miglior dirigente e Flaccadori miglior Under 22

 
E’ Jason Rich, guardia americana della Sidigas Avellino (nella foto), il miglior giocatore della Regular Season della Serie A PosteMobile 2017-18 al termine della votazione dei “LBA Awards” attribuiti da una giuria di giornalisti specializzati e dagli allenatori, general manager e capitani delle 16 squadre della Serie A. Rich, che succede a Marcus Landry della Germani Brescia, ha totalizzato 192 voti precedendo rispettivamente Christian Burns della Red October Cantù con 67 e Stanley Okoye della Openjobmetis Varese con 45. Un altro giocatore della Sidigas Avellino, James Nunnally, si era già aggiudicato il premio di MVP nella stagione 2015-16.
Jason Rich è nato a Pensacola in Florida  l’8 maggio 1986. Guardia di 191 centimetri per 94 kg, la sua prima squadra è stata la Dr Phillps High School allenata da coach Stan Jones. Dopo il liceo il passaggio a Florida State sotto la guida di Tom Topping. Nella stagione 2008-09 l’ ingaggio in Italia con la NGC Cantù. Lasciata Cantù dopo una stagione, ha disputato due campionati in Israele, al Maccabi Haifa e all'Hapoel Gerusalemme. Ha iniziato la stagione 2011-12 in Belgio, a Ostenda, segnando 15.7 punti di media in campionato e 13.3 in Eurocup. Alla fine di gennaio 2012 il ritorno in Italia con la firma con la Vanoli Cremona. Dopo una stagione trascorsa in Russia, nell'estate del 2013 torna a vestire la maglia della Vanoli Cremona. Nelle successive tre stagioni ha giocato nel campionato francese: nel 2014/15 veste la maglia di Chalon e poi due anni consecutivi al Paris-Levallois. Nella stagione 2016-17 ha giocato 34 partite con 17.4 di media con il 45% da due ed il 35% da tre risultando il miglior marcatore del campionato francese mentre nei playoff ha avuto una media di 17.8 a partita con il 52% da due ed il 36% da tre. Con la maglia biancoverde, nelle 29 partite attualmente disputate, ha mantenuto la media di 19.4 punti, con il 53.3% da 2 e il 39.8% dall'arco, risultando così il top scorer della Regular Season LBA.
Attilio Caja della Openjobmetis Varese è stato invece votato miglior allenatore con 175 voti, davanti a Andrea Diana della Germani Brescia con 117 voti e Marco Sodini della Red October Cantù con 90 voti. Caja, che aveva già vinto il titolo di miglior allenatore nella stagione 1995-96 quando guidava la Nuova Tirrenia Roma, succede a Vincenzo Esposito della The Flexx Pistoia.
La Umana Venezia campione d’Italia in carica vede il suo presidente Federico Casarin votato come miglior dirigente: Casarin, che torna a vincere il premio a distanza di sei anni (era stato votato miglior dirigente della stagione 2011-12) ha collezionato 136 voti, seguito da Sandro Santoro, general manager della Germani Brescia, con 117 e Claudio Coldebella, direttore generale della Openjobmetis Varese. con 83. Casarin succede a Giuseppe Sindoni, direttore sportivo della Betaland Capo d’Orlando.
Diego Flaccadori della Dolomiti Energia Trentino per la terza stagione consecutiva si conferma miglior Under 22: quest’anno ha totalizzato 164 voti, precedendo Leonardo Candi della Grissin Bon Reggo Emilia con 65 e Alessandro Pajola della Virtus Segafredo Bologna con 53. La premiazione dei vincitori degli LBA Awards avverrà domani alle 11.30 nel corso di un Evento organizzato da LBA e Gazzetta dello Sport nella Sala Buzzati a Milano e nel quale sarà presentata anche la edizione 2018 dei Playoff LBA. L’Evento sarà trasmesso in diretta su Gazzetta.it e sulla pagina Facebook della Lega Basket.

ULTIME NEWS