Forgot the password? x
News

Martedì 03 Luglio 16:56

Cusin: 'La mia esperienza al servizio di Torino'

 
E’ un Marco Cusin motivato e già pienamente entrato nel ruolo di centro della Fiat Torino quello che si dice pronto alla nuova stagione: “Le sensazioni che provo – sottolinea – sono di gioia per questo nuovo capitolo della mia carriera e di grande voglia di iniziare. Metterò la mia esperienza al servizio della squadra e dei compagni e l’operazione che dovrà vederci subito in prima linea sarà quella di creare la giusta armonia nel gruppo. Il feeling tra i suoi vari componenti, al di là dei nomi e dei singoli valori, è fondamentale per ottenere risultati e superare anche quei normali momenti di difficoltà che tutte le squadre sono costrette ad affrontare durante la stagione”. Che ambiente si aspetta Marco Cusin a Torino?: “Ho parlato con diversi giocatori che sono stati parte della mia nuova Società e tutti me l’hanno descritta positivamente. Mi hanno raccontato della passione del pubblico, del Palazzetto gremito e del grande attaccamento alle sorti della squadra. Dovremo essere bravi a trascinare la platea e farla diventare la nostra arma in più, sia nelle partite di campionato che in quelle di Coppa”.
Obiettivi?
“E’ prematuro parlarne – prosegue Cusin – anche se sono logici, ovvero la conquista delle Final Eight di Coppa Italia, i playoff e il superamento del 1° turno in Europa. Dovranno però essere fissati step by step nel corso della stagione e rappresentare il frutto di quella coesione di cui ho parlato prima, nonché della nostra capacità di seguire le linee guida dettate dal coach”.
Cosa significa poter essere allenati da un maestro della pallacanestro mondiale come Larry Brown:
“Un’occasione unica che non capita a tutti in carriera. Sono certo che pretenderà molto da ognuno di noi, avendo allenato dei grandi interpreti del movimento NBA, ma sono pronto alla sfida. E’ stato, questo, un altro dei motivi che hanno fatto cadere la mia scelta su Torino”.
Una città che attende Cusin con grande trasporto:
“Sono pronto a ricambiare. Non la conosco benissimo, se non per qualche passaggio in Nazionale e in campionato ma tutti, Peppe Poeta per primo, me l’hanno descritta come molto bella ed ospitale. Non vedo l’ora di conoscerla ed apprezzarla”.

Sito Uff. Auxilium Torino

ULTIME NEWS