News

Lunedi 18 Marzo 09:56

In edicola il nuovo numero di 'Basket Magazine'

I successi di Cremona, Treviso, Omegna e Ragusa in Coppa Italia e i personaggi che ne hanno caratterizzato l’impresa e la qualificazione dell’Italia per la World Cup sono al centro di questo numero di BM che mette in primo piano la passione per il basket di Gregorio Paltrinieri, le interviste a Pozzecco e Basciano, il ritratto di Hackett protagonista in Russia, l’inchiesta sul tiro da tre punti. Questi i temi principali affrontati nel numero di marzo di Basket Magazine, periodico di pallacanestro e cultura sportiva. Diretto da Mario Arceri, disponibile anche in edizione digitale, ogni mese affronta gli argomenti e propone i personaggi più interessanti ed attuali del basket italiano e internazionale, arricchito dalle immagini di Giulio Ciamillo e dei suoi collaboratori. Questo numero, aperto dall’intervista di Francesco Carotti a Gregorio Paltrinieri, campione olimpico e mondiale di nuoto sui 1500 metri che fin da bambino ama e pratica il basket, propone poi il personaggio Gianmarco Pozzecco con Martina Borzì che racconta il coach di Sassari e la sua infinita passione per lo sport dei canestri.
Vetrina per Cremona sorprendente vincitrice della Final Eight con Eugenio Petrillo e Mirko Pellecchia che mettono in luce due dei protagonisti: Drew Crawford e Travis Diener. Per la Serie A, ancora l’affresco della coppia terribile di Cantù, Frank Gaines e Davon Jefferson, con Marco Arcari che focalizza il contributo dei due americani alla bella stagione dell’Acqua San Benedetto. E ancora Niccolò Arenella che spiega il grande ritorno di Zoran Dragic, a Trieste dopo il doppio incidete che ne aveva compromesso la carriera, e Giuseppe Sciascia che ci presenta Giancarlo Ferrero, capitano dell’Openjobmetis Varese e laureato in amministrazione aziendale. Infine, l’inchiesta sul tiro da tre punti dopo la provocatoria idea del tiro da quattro, e un’analisi sul gradimento nei social delle squadre di A1 e A2: lo scudetto, per numero di followers, è di Milano.
Anche la LNP ha assegnato la propria Coppa Itaiia. Nello speciale dedicato alla rassegna di Porto S. Giorgio, aperto dall’intervista di Mario Arceri al presidente della Lega, Pietro Basciano, Eugenio Petrillo racconta l’impresa di Treviso, Fabrizio Cicciarelli il curioso record dell’MVP David Logan (al quale è dedicato il consueto poster centrale) che ha trasformato la De’Longhi e nello stesso tempo ha conquistato la sua sesta coppa nazionale in otto stagioni. Ancora Eugenio Petrillo ci fa conoscere meglio Kenny Hasbrouck, l’ultimo della Fortitudo ad arrendersi alla maggiore freschezza di Treviso. Giovanni Bocciero racconta il bis di Omegna, prova generale per salire in A2.
Missione compiuta dell’Italia nelle qualificazioni per la World Cup: il direttore fa il punto dopo dodici sfide e diciotto mesi di attività azzurra, sottolineando i meriti del Ct, il valore dell’impresa, ma anche i limiti in prospettiva futura del nostro basket che per la Cina dovrà anche risolvere il delicato problema di chi portare al mondiale. A Sacchetti, l’uomo-copertina dell’edizione nazionale, è dedicato il servizio di Filippo Luini sui fantastici sei giorni di Meo Sacchetti: Coppa Italia, cittadinanza onoraria di Varese, qualificazione per il mondiale, mentre Riccardo Brivio sottolinea il delicato ruolo di Della Valle, protagonista in Nazionale ma alla ricerca di spazi in Euroleague.
Il consueto tuffo nel magico mondo della Nba ci porta ad analizzare con Carlo Ferrario la stagione dei record nella superlega e con Giovanni Cardarello l’insolita considerazione che l’America, attraverso il New York Times, ha per il basket italiano, dal quale prendere qualche idea. In Europa, come scrive Alessandro Luigi Maggi, brilla Daniel Hackett che è riuscito a conquistare fiducia, spazi e responsabilità nella potente Cska.
Per il basket femminile, riflettori puntati, con Giuseppe Errico, sulla Magnolia Campobasso, leader in A2, che sta portando avanti un interessante progetto di coinvolgimento e di cultura sportiva nel capoluogo molisano. Spazio infine per Ragusa, campione di Coppa Italia sul sorprendente Geas.
Nel suo “Focus”, Pietro Moretti affronta i problemi di maggiore attualità del nostro basket: le squalifiche “dimenticate” e di conseguenza la carente organizzazione delle nostre società di vertice, i rischi dell’allargamento a 18 squadre della Serie A, la minaccia che l’intolleranza razziale e territoriale possa invadere anche il nostro sport.
In questo numero BM “acquista” un’altra firma importante: Alberto Bortolotti che racconta il suo incontro con un grande giornalista e scrittore americano, Jim Patton, tornato a Bologna dopo trent’anni, e il suo giudizio sullo stato del basket italiano.
Insomma, un’altra imperdibile edizione di Basket Magazine da leggere e collezionare, arricchita dalle opinioni di Mario Arceri, Piero Guerrini, Fabrizio Pungetti e Gek Galanda, impreziosita dall’amarcord di una storica e illustre firma del giornalismo italiano, Vanni Loriga, che questa volta ricorda l’argento azzurro a Mosca nel 1980 e la strepitosa vittoria degli azzurri sull’Urss nel giorno dell’oro di Sara Simeoni, e dalle consuete rubriche di Tony Cappellari, Carlo Fallucca, Francesco Rizzo e Gian Matteo Sidoli.

Edito da Mediaprint, primo e unico periodico a raccontare il basket a 360°, Basket Magazine è coordinato da Fabrizio Pungetti, con la prestigiosa grafica di Giorgio Briacca, Loredana Ferraro, Filippo Luini e Francesca Finotti.

Basket Magazine si può acquistare in edicola o direttamente sul web in edizioni cartacea e digitale, seguendo le indicazioni pubblicate su www.printstop.it.

 

 

 

 

ULTIME NEWS