News

Giovedì 31 Ottobre 15:15

Le altre gare della domenica: Cavaliero a 5 assist da quota 1.000 in A, Aradori a 14 punti da 4.500 in A

 
Oriora Pistoia - Pallacanestro Trieste si disputa domenica alle 18.00 (diretta Eurosport Player).

Trieste ha vinto entrambe le gare giocate contro Pistoia nella scorsa stagione. Cavaliero è a 5 assist da quota 1000 in Serie A mentre Petteway a 4 punti da quota 600 con la maglia di Pistoia: è il secondo marcatore nella classifica societaria in Serie A dietro a Moore (940).

De' Longhi Treviso-Carpegna Prosciutto Pesaro è in programma alle 18.30 (diretta Eurosport Player).
Così il Coach della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro Federico Perego: “In settimana abbiamo lavorato bene anche se siamo arrabbiati dato che finora non siamo riusciti ad essere competitivi per vincere una partita; dobbiamo migliorare, ora ci attende la trasferta di Treviso contro una squadra che ha battuto Venezia in casa e che può fare affidamento su un quintetto molto esperto e su un pubblico molto caldo. Vogliamo vincere e serve ancora maggiore determinazione, la squadra continua a lavorare e lo staff deve essere bravo a sostenere i ragazzi. Ci sono grandi margini di miglioramento – ha proseguito Coach Perego – contro Reggio Emilia non siamo riusciti a fare quel passo in avanti per andare in vantaggio e poi ci siamo disuniti. Abbiamo sbagliato l’approccio al match anche se poi la squadra è stata brava a reagire. Dobbiamo migliorare e imparare a rispondere nei momenti di difficoltà, quando si alza il livello dobbiamo puntare sul gioco di squadra e non cercando soluzioni immediate. La De’Longhi può contare su Cooke, Logan, Parks e Fotu, giocatori molto temibili. Treviso ha uomini di esperienza, è un gruppo che ha vinto il campionato e specie in casa gioca con grande entusiasmo, noi dovremo provare a rispondere fisicamente e mentalmente, troveremo un ambiente molto carico e servirà restare concentrati sul match. Abbiamo affrontato le prime 5 squadre del campionato e ora dobbiamo sfidare le formazioni del nostro livello: molti di noi sono in Serie A per la prima volta e dobbiamo trovare il modo per prepararci ad affrontare tutte le avversarie. Thomas è il giocatore che finora ha sofferto di più la scarsa circolazione di palla, ho parlato con lui. La squadra deve cercarlo maggiormente e con le sue qualità sarà lui a rendersi pericoloso come per esempio avvenuto a Brindisi. Oltre a questo però dobbiamo migliorare la fisicità in difesa e servono sforzi in più in allenamento. Abbiamo giocatori che devono capire che non basta voler difendere sulla carta ma bisogna anche metterlo in campo. La panchina contro Reggio Emilia ha risposto bene e la squadra ne ha beneficiato. Colgo l’occasione per ringraziare Tau Lydeka (è stata depositata la risoluzione del contratto) per il lavoro fatto con noi, per il grande contributo in allenamento e per la sua professionalità”,

Pompea Fortitudo Bologna - Germani Basket Brescia si gioca alle 19 (diretta Eurosport Player)

L’ultima gara in campionato tra Fortitudo Bologna e Brescia è stata giocata nella stagione 1991/92: Mangiaebevi Bologna-Telemarket Brescia 90-83. La Fortitudo non ha mai perso in casa contro Brescia nella stagione regolare, l’unica sconfitta è arrivata negli ottavi di finale dei playoff della stagione 1981/82.
Aradori (nella foto) è a 17 punti da quota 4500 in Serie A ed è il miglior marcatore in attività nel campionato italiano mentre Mancinelli è a 7 punti da quota 2200 con la maglia della Fortitudo, decimo giocatori di sempre in Serie A per la Fortitudo.

"A Bologna ci aspetta una gara difficile contro una squadra che ha due punti in più di noi e con un tifo caldissimo, in grado di sostenerla anche nei momenti più complicati - afferma il coach della Germani Brescia Esposito - Da parte nostra, arriviamo all’appuntamento in fiducia, dopo aver disputato due gare dove abbiamo fatto molto bene: la prima, quella con la Virtus Bologna, l’abbiamo persa nei minuti finali ma dopo aver disputato una prestazione molto positiva, l’altra, quella di Nanterre, ci ha consegnato una vittoria in trasferta che ci mancava dalla partita giocata a Milano. Conosco bene il campo della Fortitudo Bologna e credo il suo pubblico sia il miglior sesto uomo d’Italia - prosegue il coach campano, che con la Effe ha giocato dal 1993 al 1995, prima di intraprendere l’avventura in NBA -. Il loro tifo è molto caloroso, aiuta i giocatori e li carica in determinati momenti della partita, anche in quelli più complicati, il che rappresenta una difficoltà in più per noi da affrontare. Bologna, inoltre, dispone di giocatori di talento offensivo e di grande esperienza. Una nostra buona gara dovrà passare da un buon impatto difensivo: l’importante, dunque, è ripartire dalla difesa delle ultime settimane, cercando di fare qualche ulteriore passo avanti per quanto riguarda l’attacco, così come accaduto a Nanterre".

Nella serata di domenica si gioca Vanoli Cremona - Acqua S.Bernardo Cantù con inizio alle ore 21 (diretta Rai Sport HD e Eurosport Player)

Nelle dieci sfide giocate a Cremona tra le due società il bilancio è in perfetta parità, 5 vittorie per parte. Nel conto generale Cantù è avanti per 14 a 6. Nelle ultime 6 stagioni ci sono state solo due vittorie esterne tra Cremona e Cantù, la vittoria di Cremona a Cantù nella stagione 2015/16 e quella di Cantù a Cremona nella scorsa stagione.
10 i precedenti tra Sacchetti e Pancotto, con il coach di Cremona avanti per 7 a 3. Sacchetti ha vinto le ultime 6 sfide giocate contro Pancotto: l’ultima vittoria del coach di Cantù risale al 10/03/2013.
"Parto dall’idea che come squadra dobbiamo essere arrabbiati - afferma il coach canturino Cesare Pancotto -la seconda idea è che stiamo seguitando a lavorare per arrivare ad avere una continuità, che vuol dire dare forza al lavoro che questi ragazzi ogni giorno fanno. Poi, abbiamo lavorato e parlato nell’ordine di questi punti essenziali: il primo è che dovremo aggredirli per non essere aggrediti; il secondo, invece, è che dovremo alzare il livello di intensità e reattività, senza pause nel gioco; il terzo è che dovremo avere una grande durezza mentale per superare i momenti di difficoltà nel corso della partita e di momenti difficili, sicuramente, ce ne saranno. Dunque, dovremo fare in modo di risolvere queste difficoltà da squadra, tutti insieme. Quarto e ultimo punto: dovremo giocare una gara consistente e intelligente per rimanere a contatto con gli avversari. È una partita "on the road", servirà perciò avere massima attenzione alla difesa, che deve essere il pilastro su cui appoggiare il nostro attacco, che deve avere ritmo ma non fretta».

"Giochiamo contro Cantù che è una squadra con una fisicità certamente superiore alla nostra - così il coach della Vanoli Meo Sacchetti - Sarà una partita difficile, da affrontare nel modo giusto. Certamente, recuperando Diener e Ruzzier in cabina di regia, qualcosa di meglio in attacco, rispetto a quanto fatto sabato scorso, dovrebbe vedersi. Altrettanto certamente dobbiamo però imparare a leggere meglio certe situazioni, e questo soprattutto in fase offensiva dove, alcune volte, esageriamo nel voler cercare soluzioni difficili e affrettate vicino a canestro mentre invece dovremmo avere la pazienza di leggere gli aiuti difensivi e trovare una situazione migliore di tiro. Poi è logico che tutto si risolve nel fare o meno canestro, ma è meglio prendere un tiro ben costruito che perdere una palla e subire contropiede."

 

 

 

ULTIME NEWS