News

Domenica 01 Dicembre 07:33

Le cifre della giornata che si è aperta con l'anticipo di Trento

 
In allegato il confronto statistico delle squadre che si affrontano nell’undicesima giornata che si è aperta con l'anticipo di Trento tra Dolomiti Energia Trentino e Happy Casa Brindisi concluso con la vittoria di Trento per 78 a 67. Nella foto Weems al rientro con la Segafredo Bologna contro l'Acqua S. Bernardo Cantù.

Openjobmetis Varese - Virtus Roma domenica 1 dicembre ore 12 (Eurosport Player)

Perfetta parità in campionato tra le due società con 35 vittorie per parte nei precedenti tra Varese e Virtus Roma. Entrambe hanno vinto 23 gare casalinghe e 11 gare esterne. A rompere l’equilibrio la vittoria nelle semifinali di Coppa Italia per Varese, giocata in campo neutro a Milano, che porta a 36 le vittorie dei lombardi.
Caja e Bucchi si sono incontrati 22 volte in Serie A, il coach di Roma avanti nel conto delle vittorie per 16 a 6.

LE DICHIARAZIONI

«Dopo un inizio di settimana difficile con diversi ragazzi fuori, da mercoledì ci siamo ricompattati - afferma il coach di Roma Piero Bucchi - Dyson è riuscito ad allenarsi, così come anche Rullo che si sta riavvicinando pian piano al lavoro con la squadra. Abbiamo avuto un momento complicato di due, tre settimane ma ora stiamo cercando di rimbalzare e rimetterci in corsa. Ci aspetta una trasferta su un campo molto difficile, Varese è una squadra tosta che in casa ha già vinto largamente con Brindisi e Fortitudo Bologna e battuto Venezia, e dovremo entrare in campo con grande rispetto dell’avversario ma ovviamente senza nessun timore reverenziale per cercare di fare una gara di grande concentrazione. La Openjobmetis ha grande intensità, in attacco muove tanto la palla prima di arrivare alla conclusione, gioca con grande pragmatismo e in difesa ti mette le mani addosso per cui sarà fondamentale riuscire a pareggiare il loro livello di intensità».

Pallacanestro Trieste-De' Longhi Treviso ore 17 (Eurosport 2 e Eurosport Player)

Oriora Pistoia - Umana Reyer Venezia domenica 1 dicembre ore 17.30 (Eurosport Player)

Sedici i precedenti tra Pistoia e Venezia con 11 vittorie per la Reyer. Nelle otto gare precedenti giocate a Pistoia sono arrivate 4 vittorie per parte. Nelle ultime 7 gare di regular season 6 vittorie di Venezia contro una sola di Pistoia, arrivata nella stagione 2017/18. Nella gara giocata a Pistoia nella scorsa stagione è arrivata la vittoria con maggior scarto per Venezia (+28).
De Raffaele ha incontrato 11 volte Pistoia da allenatore, 9 le vittorie del coach di Venezia.

 

Banco di Sardegna Sassari - Germani Basket Brescia domenica 1 dicembre ore 18 (Eurosport Player)

Quattordicesima sfida tra le due società con Sassari in vantaggio per 8 a 5 nelle vittorie. Sassari in casa ha perso solo in un’occasione contro Brescia, nella stagione 2017/18. Considerando le gare giocate solo in campionati di Serie A/A1 i precedenti sono 6, con 3 vittorie per parte.
Esposito ha ottenuto solo 2 vittorie contro Sassari da allenatore su 8 precedenti.

 

A|X Armani Exchange Milano - Grissin Bon Reggio Emilia domenica 1 dicembre ore 18.30 (Eurosport Player)

28 le gare giocate a Milano tra Olimpia e Pallacanestro Reggiana, Milano è uscita sconfitta solo in 4 occasioni. L’ultima vittoria di Reggio Emilia a Milano è arrivata il 28 Ottobre 2012: EA7 Emporio Armani Milano-Trenkwalder Reggio Emilia 66-78. Le due società sono state protagoniste della finale scudetto della stagione 2015/16, serie vinta da Milano per 4 a 2. Nella stessa stagione Milano e Reggio Emilia hanno anche disputato la finale di Supercoppa a Torino vinta da Reggio Emilia per 80 a 68. Milano ha vinto le ultime 5 gare consecutive contro Reggio Emilia in campionato.

Messina ha perso soltanto una gara in carriera contro Reggio Emilia su 19 precedenti, era la stagione 1989/90 e sulla panchina di Reggio Emilia sedeva Joe Isaac. Buscaglia è 10 vittorie su 27 gare contro Milano, compresa la serie di finale scudetto Trento-Milano della stagione 2017/18. Il coach di Reggio Emilia raggiunge le 200 panchine in Serie A, 190 con Trento e 10 con Reggio Emilia. Fino ad ora ha ottenuto 112 vittorie, 107 con Trento e 5 con Reggio Emilia. 

LE DICHIARAZIONI

"Ci aspetta una sfida contro quella che, ovviamente, è una grande squadra – afferma il coach reggiano Buscaglia – per noi deve essere una gara stimolante da affrontare. Il nostro obiettivo è quello di proseguire la nostra crescita soprattutto a livello di continuità di rendimento. Dobbiamo essere duri ed intensi per tutti i 40 minuti di gioco per più partite consecutivamente, non solo a sprazzi. Quando si dice che contro le grandi squadre gli avversari sono sempre stimolati, lo capisco. Per noi dev’essere una gara da giocare costringendoci ad alzare il nostro livello di gioco. Inoltre, permettetemi di dire una cosa su Ettore Messina: sono davvero felice che sia tornato ad allenare nel nostro campionato. Abbiamo parlato tanto in questi mesi dei giocatori che, giustamente, hanno nobilitato la Serie A: un tecnico come lui, un vero maestro che torna ad allenare in Italia, è un valore aggiunto. E’ anche attraverso questi personaggi che il movimento può e deve crescere.
Il programma settimanale fa sì che tutti gli acciacchi vadano poi verso la risoluzione man mano che si avvicina la partita: Mekel in primis sta lavorando in maniera differente nella prima parte della settimana, unendosi poi gradualmente alla squadra i giorni successivi. Sta anche andando sopra il dolore, sta meglio anche se ovviamente ci vorrà ancora un po’ di tempo per averlo al 100%”.

 

 

Carpegna Prosciutto Pesaro - Vanoli Cremona domenica 1 dicembre ore 20.15 (Rai Sport SD e Eurosport Player)

20 i precedenti tra le due società con 11 vittorie di Cremona e 9 di Pesaro. Cremona ha vinto le ultime 5 gare di campionato consecutivamente: l’ultima vittoria di Pesaro in casa contro Cremona risale alla stagione 2012/13, poi una serie ancora aperta di 6 sconfitte casalinghe per la VL.
Sacchetti ha vinto 13 delle 19 gare contro Pesaro da allenatore, ed è in serie aperta di 4 vittorie consecutive.

LE DICHIARAZIONI

"Andiamo a giocare a Pesaro consapevoli dell'importanza che ha questa partita e sapendo che per noi non esistono partite facili - afferma il coach della Vanoli Sacchetti - Ce ne sono di difficili e di più difficili ma, per il livello della nostra squadra, nessuna è facile. E la dimostrazione è stata la gara di domenica scorsa con Trieste. Abbiamo visto che se in campo abbiamo momenti in cui ci rilassiamo e manchiamo di aggressività, facciamo molta fatica. Speriamo di averlo capito.
Giochiamo contro una squadra che negli ultimi tempi ha dovuto fare i conti con degli infortuni e che sta recuperando alcuni giocatori, ma è sempre Pesaro, una società che ha fatto la storia della pallacanestro italiana vincendo due scudetti. Loro sanno, come del resto lo sappiamo noi per quanto ci riguarda, che ci sarà da soffrire fino alla fine per portare a casa la salvezza. Sarà una gara importante per entrambe. Come già detto in altre occasioni, l'arrivo di Ethan Happ ci ha dato una bella spinta sia sotto l'aspetto dei risultati sia sotto l'aspetto dell'armonia che si è creata nel gruppo. Adesso giochiamo questa partita che ci dirà molto dell'atteggiamento della nostra squadra. Abbiamo ancora fuori Travis Diener ma, per il resto, tutti gli altri sono arruolabili per la partita. Da tutti loro voglio l'atteggiamento giusto in campo. Un atteggiamento positivo come quello visto a Trento. Senza una bella presenza e una bella intensità non possiamo infatti sperare di vincere, soprattutto in trasferta."

"La settimana non è stata facile, ci siamo spesso allenati in sei: martedì per un risentimento alla schiena si è fermato anche Zanotti. Stiamo provando a lavorare ancora di più sull’idea di passarci la palla e dovremo essere bravi a farlo anche quando si alza l’intensità difensiva - così il coach pesarese Perego - Non siamo felici della situazione attuale ma essere depressi non serve: dobbiamo continuare a lavorare sempre più intensamente. Sapevamo che a Brescia sarebbe stata una partita difficile, abbiamo difeso non bene ma eravamo in una situazione di emergenza con rotazioni corte. Dobbiamo tornare sui livelli mostrati in occasione della partita casalinga contro Trento impegnandoci sempre di più: stiamo valutando le condizioni di Zanotti mentre Totè sta continuando a recuperare e ora deve ritrovare la piena mobilità della mano. Lo staff sanitario sta facendo un grande lavoro per permetterci di arrivare al match di domenica sera nelle migliori condizioni.
Cremona è in netto miglioramento, gioca a ritmo molto alto: i due esterni apportano tanti vantaggi, l’inserimento di Sobin ha portato benefici spalle a canestro, senza dimenticare anche il neo arrivato Happ che è molto solido sotto le plance. Noi saremo chiamati a controllare il loro ritmo, sarà necessario andare oltre a tutte le nostre difficoltà e giocare come abbiamo fatto per 18 minuti contro Trento per cercare di vincere finalmente il primo match stagionale”,

Segafredo Virtus Bologna - Acqua S.Bernardo Cantù domenica 1 dicembre ore 20.30 (Eurosport Player)

Gara numero 165 tra Virtus Bologna e Pallacanestro Cantù con 92 vittorie di Bologna e 72 di Cantù. Nelle gare giocate a Bologna il conto dei precedenti è di 62 a 17 a favore della Virtus. Due finali scudetto tra le società, quelle delle stagioni 1979/80 (Bologna 2-0) e 1980/81 (Cantù 2-1).
Tre i precedenti tra i due allenatori, giocati nelle stagioni 2005/06 e 2006/07 con Pancotto sulla panchina di Udine e Djordjevic su quella di Milano. Due le vittorie per l’attuale coach di Bologna e una per quello di Cantù.

LE DICHIARAZIONI

"Dopo qualche trasferta importante, sia in campionato che in EuroCup - afferma coach Djordjevic - abbiamo davanti ad un’altra partita importante per il nostro percorso. Tutte le gare casalinghe sono cruciali per i nostri obiettivi, e siamo consapevoli delle difficoltà: tutte le squadre contro di noi avranno motivazioni per batterci vista la nostra posizione. Questo non deve preoccuparci, ma deve essere un campanello d’allarme, dobbiamo rimanere concentrati e determinati sempre, in ogni partita. Gaines ha avuto un piccolo incidente domestico tagliandosi con un bicchiere la mano sinistra anche se sta riprendendo ma andrà rivisto. Gli altri si sono allenati con continuità, svolgendo un lavoro fisico e metodico importante. Cantù è’ una squadra che se non togli quelli che sono i suoi punti di riferimento può infastidirti, noi siamo rispettosi e conosciamo le nostre qualità. E’ una signora squadra, che possono fare molto bene, e tocca a noi fermare la loro fisicità, il loro gioco in campo aperto, e l’imprevedibilità di chi può inventare tante cose. Weems ha ripreso con normalità e grande approccio mentale, oltre che a mostrare molta gratitudine verso la società che gli ha permesso di tornare a casa. Quando non c’era lo abbiamo pagato. Milos ha saltato qualche giorno, ma continua a lavorare come era stato inizialmente pensato. Io ci tengo però a dire che tutti i giocatori devono avere la sicurezza di essere fisicamente al top, leggo sui giornali che siamo stanchi, che l’allenatore può avere detto qualcosa, ma non è vero, siamo tutti freschi, siamo all'inizio, stiamo bene".

 

 

125738_26_undici-pdf.pdf

ULTIME NEWS