News

Sabato 11 Gennaio 08:45

LBA Serie A, il ritorno inizia con 2 anticipi a Reggio e Bologna

 
Il girone di ritorno della LBA Serie A si apre con 2 anticipi a Reggio e Bologna. In allegato il confronto statistico delle squadre che si affrontano nel diciottesimo turno. Nella foto il coach della Grissin Bon Maurizio Buscaglia.

 

Grissin Bon Reggio Emilia - Germani Basket Brescia sabato 11 febbraio ore 20 Eurosport Player

Gara di andata: Germani Basket Brescia-Grissin Bon Reggio Emilia 90-82

Brescia ha vinto le ultime 5 gare contro Reggio Emilia, 3 in casa e 2 in trasferta. L’ultima vittoria casalinga di Reggio contro Brescia risale al 27 Marzo 2017: sono 15 i precedenti tra le due squadre (due giocati in A2) con 5 vittorie di Reggio Emilia e 10 di Brescia.

10 i precedenti tra Buscaglia ed Esposito, con il coach di Reggio in vantaggio per 7 a 3: Buscaglia ha perso soltanto due volte contro Brescia in Serie A, nella stagione 2017/18 a Trento e nel girone di andata di questa stagione. Esposito contro Reggio Emilia ha ottenuto 4 vittorie su 11 precedenti.

LE DICHIARAZIONI

"Dopo una partita come quella di domenica abbiamo assoluto bisogno di fare di più - afferma il coach reggiano Maurizio Buscaglia - abbiamo toccato il fondo del barile. Al di là di tutto, l’ultimo quarto è stato imbarazzante dal punto di vista della presenza e dell’impegno. Dobbiamo dimostrare che teniamo a quello che stiamo facendo. Si può parlare di sconfitte, di errori, ma dieci minuti come quelli di Bologna sono inaccettabili. Il modo con cui siamo stati in campo per finire la partita, o meglio, per andare sotto la doccia, è inaccettabile. C’è gente che ci paga per fare questo lavoro, che si impegna tutti i giorni. Una società che sta facendo un lavoro pazzesco: noi non possiamo permetterci di offrire prestazioni del genere. Dal primo minuto dovremo dimostrare qualcosa di diverso, realizzare che non serve una partita normale. Dobbiamo rispondere ad un modo di vivere la pallacanestro, di stare alla Pallacanestro Reggiana. Poi, una volta fatto questo, se gli altri di dimostreranno più bravi di noi allora ci batteranno. Brescia è un team molto solido, mi piace molto. Sta giocando bene ed è stata costruita in maniera eccellente. Ogni anno si ha la sensazione di affrontare una formazione particolarmente interessante, che si differenzia dalle altre: nella mia opinione la Leonessa di quest’anno è quella squadra. I numeri lo confermano: sono nei primi posti sia nelle statistiche difensive che quelle offensive, hanno talento e fisicità, possono alternare differenti assetti. Per vincere servirà un extra-sforzo, non solo mentale e tecnico, ma anche fisico". 

"Sapevamo da tempo che il mese di gennaio sarebbe stato il mese probabilmente più intenso e duro, a livello fisico e tecnico - afferma il coach bresciano Vincenzo Esposito - Le vittorie aiutano a superare la stanchezza e facilitano il lavoro in palestra, soprattutto quando ci sono da sistemare situazioni tecniche. Al 99%, però, saremo gli stessi delle ultime gare, ovvero senza Horton e Silins: sarà necessario, dunque, che tutti si sacrifichino e si aiutino nei diversi ruoli. La squadra in questo senso ha già dimostrato buona adattabilità e da questo punto di vista sono molto fiducioso. Reggio Emilia sulla carta è una squadra di alto livello con un roster che può tranquillamente puntare alle prime otto posizioni in classifica e con un ottimo mix di giocatori esperti, atletici e di talento, soprattutto nel reparto guardie, dove ci sono tanti giocatori con molti punti nelle mani. Noi dovremo cercare di gestire bene la stanchezza nell’arco dei 40' e prestare attenzione alla forza fisica dei nostri avversari vicino a canestro. Sarà fondamentale, inoltre, la difesa sui loro esterni nelle situazioni di pick-n-roll e di uno contro uno. Da parte della squadra c’è tanta attenzione verso la sfida: sappiamo cosa fare e che cosa aggiustare, considerate anche le assenze".

 

 

Pompea Fortitudo Bologna - Carpegna Prosciutto Pesaro sabato 11 febbraio ore 20.30 Eurosport 2 e Eurosport Player

Gara di andata: Carpegna Prosciutto Pesaro - Pompea Fortitudo Bologna 72-80

Quarantesima gara giocata a Bologna tra la Fortitudo e la VL, 28 le vittorie casalinghe e 11 per al squadra in trasferta: in totale il bilancio delle vittorie a favore della Fortitudo per 43 a 40.

3 vittorie per Sacco in carriera contro la Fortitudo su 10 precedenti.

LE DICHIARAZIONI

"Sentiamo il peso delle tante sconfitte subìte finora - afferma il coach pesarese Giancarlo Sacco - vogliamo regalare una soddisfazione a tutti i nostri tifosi e a tutti coloro che lavorano in società e attorno a questa squadra. Sappiamo che domani ci saranno pesaresi a Bologna per una sfida sempre molto sentita. Dobbiamo iniziare a vincere, finché siamo vivi è necessario non mollare e per uscire da questa difficile situazione serve migliorare la qualità del gioco corale. Il gruppo è la base di partenza, poi viene tutto il resto. Mi piacerebbe vedere uno spirito diverso rispetto a quello che c’è stato finora. Chapman non sarà del match anche se le sue condizioni stanno migliorando. Questa è una grande sfida e ora abbiamo il dovere di provarci; domani affronteremo la Fortitudo che in casa ha perso solo contro Brescia. Noi davanti al nostro pubblico sentiamo troppa pressione mentre nei match esterni di solito facciamo meglio. La Pompea ha grande esperienza e gioca sempre con un ritmo molto alto. Dovremo limitare i loro punti di riferimento e per farlo sarà necessario avere l’inerzia in mano senza andare in difficoltà contro giocatori come Sims puntando su una difesa più intensa e prendendoci anche delle iniziative importanti su entrambi i lati”.

A|X Armani Exchange Milano - De'Longhi Treviso domenica 12 febbraio ore 12 Eurosport Player

Gara di andata: De'Longhi Treviso - A|X Armani Exchange Milano 53-75

L’unico precedente tra le due società è quello giocato nella gara di andata e vinto da Milano. Lo scarto di 22 punti della gara di andata è il peggiore per Treviso in questa stagione insieme alla gara persa contro Sassari.

Menetti ha affrontato Milano in 23 occasioni collezionando 8 vittorie.

 

Virtus Roma - Segafredo Virtus Bologna domenica 12 febbraio ore 16.30 Eurosport Player

Gara di andata: Segafredo Virtus Bologna - Virtus Roma 74-67

Roma ha ospitato la Virtus Bologna in 43 occasioni vincendone 24 e perdendone 19. In generale quella della prima giornata di ritorno è la sfida numero 96 tra le due Virtus, 33 le vittorie di Roma e 62 quelle di Bologna.

Due a due i precedenti tra Bucchi e Djordjevic: Bucchi ha allenato una squadra contro la Virtus Bologna 38 volte partire dal 1997, 19 le vittorie.

"Affrontiamo una trasferta insidiosa - afferma il coach della Vitus Djordjevic - Roma è una squadra in crescita che ha ritrovato una continuità societaria; giocando al PalaEur ha dimostrato che sta tornando una grande del nostro campionato. Hanno aggiunto White, un giocatore che sicuramente sarà desideroso di fare bene, esperto, atletico e  che conosce il nostro campionato; in più, la crescita di Alibegovic nel corso della stagione, si sta rivelando molto importante per loro. Nel Roster hanno giocatori come Jefferson e Dyson, che sono i principali pericoli per il nostro gioco, dato che entrambi sono molto forti nell'uno contro uno.  Dyson in campo aperto possiede un buon talento offensivo e Jefferson, dalla posizione di post basso, con tanti punti nelle mani, si è dimostrato essere una importante risorsa per il loro gioco. Dovremo essere bravi a difendere 5 contro 5  e a rallentare la loro transizione offensiva. In casa Roma gioca una bella pallacanestro. Dovremo essere pronti ad imporre il nostro gioco, ad agire e prendere azioni piuttosto che reazioni, ed ottenere un'altra vittoria per continuare il nostro cammino in campionato, consapevoli del fatto che mercoledì ci attende una partita importante in EuroCup. Nelle ultime 4 partite abbiamo affrontato 2 trasferte molto toste, consumando molta energia, sia nervosa che fisica; per questo motivo dobbiamo essere uniti e andare avanti con il nostro gioco difensivo. Dobbiamo cercare la vittoria partendo dalla nostra difesa ed essere più precisi e disciplinati nell'eseguire ognuno i propri compiti."

S.Bernardo-Cinelandia Cantù - Happy Casa Brindisi domenica 12 febbraio ore 17 Eurosport 2 e Eurosport Player

Gara di andata: Happy Casa Brindisi - S.Bernardo-Cinelandia Cantù 64-69

Cantù nelle nove gare giocate in casa contro Brindisi ha perso soltanto due volte, nella stagione 2015/16 e 2014/15. 19 le gare giocate fino ad ora tra Cantù e Brindisi con i lombardi in testa nel conto dei precedenti per 10 a 9

Pancotto ha collezionato 10 vittorie contro Vitucci contro le 3 del coach di Brindisi. 7-5 il bilancio di Pancotto contro Brindisi, mentre Vitucci contro Cantù ha 13 vittorie in 34 gare.

LE DICHIARAZIONI

"Con Brindisi sarà una partita dall’alto contenuto fisico e atletico - afferma il coach canturino Cesare Pancotto - Parto, però, dall’aspetto difensivo, dove dovremo essere aggressivi per tutta la durata del match, senza pause. Poi, in attacco, dovremo riuscire ad aprire il campo, con capacità di leggere e attaccare gli spazi. Brindisi è una squadra in fiducia che, oltre ad aver centrato la Final Eight di Coppa Italia, partecipa anche alla Basketball Champions League e che può contare sul top scorer del campionato, Adrian Banks, e su una aggiunta importante come quella di Dominique Sutton. Un gruppo, inoltre, ben allenato da coach Frank Vitucci, un ottimo allenatore. Mi aspetto una gara dall’alto tasso di energia e di spettacolarità".

Allianz Pallacanestro Trieste - Umana Reyer Venezia Domenica 12 febbraio ore 18 Eurosport Player

Gara di andata: Allianz Umana Reyer Venezia - Pallacanestro Trieste 78-73.

Tre i precedenti tra le due società con due vittorie di Trieste e una di Venezia. 2-1 anche il conto delle vittorie di Dalmasson contro De Raffaele

LE DICHIARAZIONI

"Sarà un incontro molto difficile - afferma ill coach triestino Dalmasson - giochiamo contro i Campioni d’Italia in carica e contro le nostre stesse paure. Ci troveremo di fronte una Venezia ferita, reduce da una sconfitta mercoledì in Coppa, quindi sarà desiderosa di riscatto: noi dovremo essere capaci di affrontare questo tipo di situazione, sia dal punto di vista tecnico che emotivo. Le fragilità tecniche di questa squadra sono evidenti e sono state già sottolineate.  E’ un team che, con queste fragilità, ha necessariamente bisogno di essere sorretta dal proprio pubblico, che non ha fatto mai mancare il suo apporto: poi è chiaro che questo sostegno dobbiamo conquistarcelo e meritarcelo con un atteggiamento positivo e con la voglia di lottare su ogni pallone. I nostri tifosi sono sempre stati generosi con noi e sono certo che, tanto più, lo saranno domenica in vista di un derby certamente impegnativo”. 

“Trieste è una squadra che sta cambiando pelle, che sta apportando molti cambiamenti al roster per cercare di migliorarlo. Non sappiamo quindi di preciso che faccia avrà, anche se credo che Washington sarà della partita. In ogni caso, arrivano da due vittorie, per cui ha - afferma il coach veneziano De Raffaele - Hanno più fiducia, in un ambiente molto caldo ma sportivo. È per noi un match molto importante, che deve vederci andare lì con l’idea, senza mancare di rispetto a nessuno, di fare la partita, seguendo il nostro modo di giocare e la nostra identità. Credo che uno degli elementi più importanti sarà assolutamente il controllo delle palle perse, viste le ultime due partite che abbiamo fatto fuori casa, a Brescia e in Germania, perché onestamente diventa difficile cercare di vincere con così tante palle perse, soprattutto quelle non provocate, specie quando devi ricucire svantaggi importanti. Trieste è una squadra molto fisica, che gioca molto in campo aperto e in contropiede; quindi, ripeto, credo che il controllo delle palle perse e capire il ritmo della partita possano essere degli elementi importanti per provare a portare a casa una partita che, per noi, rappresenta un altro match molto importante”.

Banco di Sardegna Sassari - Openjobmetis Varese Domenica 12 febbraio ore 18.30 Eurosport Player

Gara di andata: Openjobmetis Varese - Banco di Sardegna Sassari 52-74

Sassari è una delle due squadre, insieme a Trento, che è riuscita a battere Varese alla Enerxenia Arena in questa stagione. Nelle ultime 9 gare giocate tra Sassari e Varese in campionato sono 7 le vittorie dei sardi: nel conto complessivo 15 le vittorie di Sassari e 11 quelle di Varese

Caja, su 14 gare, ha vinto 5 volte contro Sassari.

LE DICHIARAZIONI

"Varese è cambiata tanto rispetto a settembre, hanno messo dentro un giocatore come Jakovics che mi piace molto, europeo con una buona conoscenza della nostra pallacanestro, entra dalla panchina al posto di Mayo o insieme a lui ed è l’equilibratore della squadra - afferma il coach della Dinamo Pozzecco - È un giocatore chiave per quel gruppo per tanti motivi; mi è sempre piaciuto anche Clark, giocatore interessante che ha passato un momento di difficoltà ma ne è uscito benissimo. Poi c’è Cervi che potrebbe andare via ma al momento resta in organico. All’andata abbiamo vinto abbastanza agevolmente anche se nell’ultimo quarto avevano dimostrato di poterci mettere in difficoltà, infatti la settimana dopo hanno vinto di 30 a Trieste. Sono una squadra ottima allenata benissimo da Attilio che è un maestro”.

 

 

Oriora Pistoia - Dolomiti Energia Trentino Domenica 12 febbraio ore 20.45 Rai Sport Hd e Eurosport Player

Gara di andata: Dolomiti Energia Trentino - Oriora Pistoia 88-75

Nelle cinque gare giocate in Toscana fino ad ora Trento ha ottenuto 3 vittorie. In generale 9 le vittorie di Trento e 3 quelle di Pistoia, con l’Aquila che ha vinto le ultime 6 gare.

"Sarà anche banale da dire, ma tutte le partite sono importanti - aferma il coach trentino Nicola Brienza - a maggior ragione con questa classifica molto corta in cui basta un attimo per essere al vertice o in fondo alla graduatoria. Pistoia ha vinto cinque delle ultime sei partite giocate in casa, il livello del campionato è alto e non possiamo permetterci di non dare la giusta attenzione a questa trasferta. Stiamo facendo bene nelle ultime settimane, abbiamo fatto qualche passo in avanti e ora vogliamo passare dal "lottare fino in fondo" come ci è successo con Virtus e Darussafaka, al vincere quel tipo di partite. Dobbiamo essere ancora più solidi, ancora più uniti; ed essere più cinici e pronti a fare le cose giuste nei finali di partita senza concedere rimbalzi in attacco o possessi extra ai nostri avversari".

125911_96_diciotto-pdf.pdf

ULTIME NEWS