News

Venerdì 20 Marzo 11:09

La scomparsa di Borislav Stankovic: da allenatore condusse Cantù al suo primo scudetto prima di guidare il basket mondiale

 
Il basket italiano piange la scomparsa, all'età di 94 anni, dopo lunga malattia, di Borislav Stankovic. Stankovic è morto alle prime luci dell'alba a Belgrado dove viveva. E' stato segretario generale della FIBA, membro CIO, presidente dei Comitati Europei del CIO e membro del Naismith Memorial e della FIBA Hall of Fame ed infine segretario generale emerito della FIBA.

Stankovic ha vissuto la pallacanestro in tutti i ruoli da giocatore (era un centro), ad allenatore, a dirigente. Ha giocato con la Stella Rossa e poi con il Partizan Belgrado, ha allenato la Nazionale Jugoslava, le squadre di Belgrado conquistando tre titoli, e per tre anni l'Oransoda Pallacanestro Cantù, che sotto la sua guida ha vinto il primo dei tre scudetti della propria storia nel 1968.

Stankovic è stato segretario generale della FIBA dal 1976 al 2002, succedendo a Renato William Jones, uno dei fondatori della FIBA. Ha guidato la FIBA in ventiquattro anni molto importanti dove prima ha dato un impulso determinante alla crescita del mondo FIBA globalmente e poi l'ha avvicinata alla NBA in collaborazione con il commissionar NBA David Stern, anch'egli recentemente scomparso. Credeva in un'unica pallacanestro mondiale, open, aperta a tutti e senza steccati, né frontiere: uno dei risultati migliori del suo intenso lavoro è stata l'apertura dei Giochi Olimpici ai giocatori professionistici. Se il basket è un linguaggio universale e i giocatori NBA, con i diversi Dream Team, partecipano alle Olimpiadi e ai Campionati del Mondo tanto merito è proprio il suo.

 

ULTIME NEWS