News

Sabato 19 Aprile 12:35

Pompea per il poker

Napoli reduce da tre successi consecutivi sfida la Metis

STEFANO PRESTISIMONE
Ora tocca alla Metis. Napoli con il suo carniere rigonfio di vittorie prova ad allungare la striscia. Il nobile parquet di Masnago, dove il basket italiano ha vissuto alcune tra le sue pagine pi esaltanti grazie alla mitica Ignis di Bob Morse e Dino Meneghin, stasera (ore 20,30, arbitri Facchini, Sabetta e Corrias), potrebbe diventare terra di conquista per la truppa d'assalto di Mazzon. Raggiunto in largo anticipo l'obiettivo-playoff, ora la Pompea si sta concentrando sul piazzamento nella griglia della post-season. E un filotto di vittorie in questo finale di stagione regolare potrebbe consentire addirittura di acciuffare un clamoroso sesto posto. La Skipper che ora divide con Napoli la posizione a quota 34, resta favorita grazie al miglior quoziente canestri negli scontri diretti, ma potrebbe fare un passo falso in trasferta a Udine, squadra in gran forma. Dunque i partenopei dovranno tentare un percorso netto, a cominciare dal match di stasera a Varese.
La squadra tonica, ha il morale altissimo, e pu contare su un Greer finalmente tornato a buon livello. Lamarr ha capito che il suo compito anche quello di far giocare la squadra, si sta impegnando in questo senso, ma importante potrebe risultare anche il recupero della sua vena realizzativa. Un Greer da venti punti con buone percentuali diventa un'arma letale tra le mani di Mazzon.
Il play di Cape May si trover di fronte Rusty La Rue e Ryan McCormack, giocatori che pu spazzar via facilmente. Ma sotto canestro che la Pompea dovr far valere il suo potenziale superiore. La Metis ha perso Shawnelle Scott, tornato in Usa, e nell'area colorata ha solo Zanus Fortes e Paolo Conti. Oltre al gigante russo Pavel Podkolzin, diciassettenne di 2,22, un grande prospetto nel mirino della Nba ma ancora molto acerbo. Dunque questo potrebbe essere il match di Andersen, Conlon e Davison, con l'aggiunta di un Morena caricato per l'impegno su un parquet che l'ha visto protagonista per una stagione. Se saremo pazienti in attacco, servendo con regolarit i lunghi, avremo fatto met del lavoro per sbancare Masnago, commenta coach Mazzon alla vigilia.
I lombardi sono reduci da una terribile scoppola in terra calabra, dove sono stati sommersi dalla Viola sotto venti punti di scarto (80-60), giocando forse il peggior match della stagione. Dodo Rusconi, subentrato di recente in panchina a Gregor Beugnot, non ha avuto neppure il coraggio di presentarsi in sala stampa nel dopo partita. Pessimi La Rue, Vescovi, Conti, inguardabile Andrea Meneghin, uscito per 5 falli senza segnare nemmeno un punto. Unico a salvarsi il solito Boris Gorenc, capocannoniere del campionato e giocatore di grandissimo talento. Arginare le sue tambureggianti iniziative offensive sar il vero problema per Napoli, che probabilmente gli opporr un buon mastino come Oscar Torres. Occhio anche a Meneghin, che avr voglia di riscattarsi, e al tiro dal perimetro di un lungo come mani educatissime come Paolo Conti.


Il Mattino

ULTIME NEWS