News

Lunedi 30 Giugno 14:20

Finita la summer league di Treviso

VILLORBA - (f.m.) Si conclusa ieri al Palaverde la settima edizione della Summer League trevigiana vinta da Axway trionfatrice sul filo di lana (106-104) sulla Skipper.

Molti i personaggi di spicco del mondo del basket che hanno popolato le tribune del Palaverde in quest'ultima giornata: da Costas Rigas, commissioner arbitrale di EuroLeague a Panagiotis Yannakis, passando per Pino Sacripanti, Fabrizio Frates e tanti altri, richiamati per fare il punto della situazione, individuare strategie, discutere, confrontarsi, ma soprattutto scovare volti interessanti tra i 100 giocatori che hanno giocato, divisi in 8 squadre, 4 partite al giorno.

RISULTATI- Ecco il resoconto finale dell'intera quattro giorni. Powerade-Skipper 84-111, Frabosk-Motta 127-109, Capitalia-Alice 101-106, Poste Italiane-Axway 98-110. Motta-Skipper 110-108, Powerade-Frabosk 94-96, Capitalia-Poste Italiane 92-118, Alice-Axway 88-96. Frabosk-Skipper 117-134, Motta-Powerade 106-96, Capitalia-Axway 95-106, Alice-Poste Italiane 90-93. Settimo posto: Powerade-Capitalia 93-83 (Gee Gervin 24, Cielebak 15; Kadic e D. Evans 20). Quinto posto: Motta-Alice 110-87 (Maciarello 19, D. Thompson 16; Joe Williams 29, Corey Williams 29). Primo posto Skipper-Axway 104-106 (Hemsley 18, Blair 16, Strong 15, Deister e Nelson 13; Lawrence 27, Barac ed Hall 22, Giovannoni 5).

Fra gli allenatori delle otto formazioni che si sono date battaglia erano annoverati nomi illustri, quali l'italiano Demis Cavina, Maurizio Lasi e Massimo Magri (che ha vinto la Summer League con Axway) e gli stranieri Gordie Herbert, Stefano Koch, Kelly Grant, Kostas Flevarakis e Jordanko Davitkof; Fra gli assistenti da segnalare Andrea Merletti, Luigi Gresta, Tony Radic, Otis Loyd, Filippo Palumbi, Massimo Bianchi e Andrea Gavrilovic.

Fra i 100 free agent si sono rivisti piacevolmente in campo anche volti conosciuti, quali Simone Cotani proveniente dalla Mabo Prefabbricati Livorno, Jon Larranaga (una parentesi in questa stagione a Treviso), David Sanesi da Olbia, Thalamus Mc Ghee dalla Bipop Reggio Emilia, il brasiliano Corey Williams, Johnny Branch e tanti altri, ivi compreso Rafael Giovannoni, fratello del neo biancoverde Guilherme.

L'anno scorso sono usciti atleti come Tony Giovacchini (Avellino), Tony Akins (Saratov), e nella storia della Summer League sono transitati vere e proprie stelle come Milan Gurovic (campione del Mondo con la Yugoslavia), Sam Hines (Cant), Brad Traina (miglior cannoniere in Germania), Alan Tomidy, Arsene Ade-Mensah, Brian Oliver, Oriol Junyet, Dwayne Jefferson (topscorer in Turchia), James Larranaga, Joe Brown (capocannoniere in Belgio), Veljko Mrsic, Mindauskas Timinskas, per non citare Michael Stewart (Toronto) e Olumyde Ojedeji (Orlando), attualmente nella NBA.

La manifestazione verr seguita anche quest'anno da molti media nazionali ed internazionali, con la copertura di Tele+ per 4 partite, proposte a partire da oggi.

CNA - L'International Coaches Clinic, tenutosi parallelamente fra il Palaverde e la Ghirada da venerd, s' concluso sempre nella giornata di ieri. Gli oltre 350 allenatori hanno presenziato a questo che uno degli appuntamenti pi attesi nel calendario dei tecnici e degli addetti ai lavori di tutta Italia. I relatori d'eccezione sono stati Ettore Messina (Benetton), Bob Mc Killop (Davidson University) e Matt Doherty (University of North Carolina) e Pino Sacripanti (Oregon Cant). Anche in questo caso volti noti a cercare di carpire ogni segreto, con uno stuolo di tecnici italiani ed anche stranieri.

BWB - intanto iniziato ieriin Ghirada, per proseguire sino a domani, l'evento certamente pi importante. Con la terza edizione di "Basketball Without Borders" (basket senza frontiere) la struttura ai piedi di Treviso torna, dopo aver ospitato la prima nel 2001, ad essere protagonista con un camp organizzato da Nba e Fiba, col patrocinio dell'Unicef, atto a promuovere i valori come la solidariet (con un programma educativo e preventivo sul virus dell'AIDS) e l'amicizia attraverso il basket. I 48 ragazzini europei invitati - fra i quali anche il biancoverde Markoishvili - dai 15 ai 17 anni selezionati direttamente dalla Fiba, sono allenati dalle stelle europee che calcano i parquet dell'Nba, ossia Tskitishvili dei Denver Nuggets, Nachbar degli Huston Rockets, Parker (campione Nba) dei San Antonio Spours, Gasol dei Memphis Grizzlies, Kirilenko degli Utah Jazz e Jaric dei Los Angeles Clippers.

Il Gazzettino

ULTIME NEWS