News

Mercoledì 22 Dicembre 09:11

Varese, che ripresa nel finale

In Uleb Cup, contro lo Chalon dellex Beugnot, i lombardi trascinati da Becirovic vincono 75-61

La Corimec Varese cresce. Una partita come quella giocata ieri sera in Francia contro lo Chalon fino a un paio di mesi fa molto difficilmente lavrebbe portata a casa. Una partita nervosa, condotta agevolmente nel primo quarto e poi riacciuffata nella ripresa, dopo che la rimonta dei padroni di casa aveva fatto temere il peggio. E Varese piaciuta proprio nei momenti di difficolt, perch, pur avendo sciupato un margine di una decina di punti, non ha mai perso la testa, trascinata da un Sani Becirovic autore di unaltra grande prestazione.
La vittoria contro la squadra allenata da Gregor Beugnot (ex varesino) significa qualificazione in cascina al prossimo turno di Uleb Cup (per il primato nel girone bisogner attendere lo scontro diretto con il Pamesa Valencia) e un altro passo avanti nella crescita di una squadra le cui potenzialit appaiono ancora inesplorate.
La partenza dei varesini fulminante. Nolan e De Pol mettono in crisi la difesa dei padroni di casa che nel primo quarto tirano con percentuali imbarazzanti. Merito anche della difesa dei varesini, un concetto pressoch sconosciuto prima dellarrivo di coach Magnano e che ora sta facendo capolino nel patrimonio tecnico di questa squadra. Il rebus da risolvere, per, sotto canestro. La mancanza di un vero e proprio pivot si fa sentire, i padroni di casa tirano gi dai tabelloni una marea di rimbalzi (sette a zero il parziale di quelli offensivi nel primo tempo, 23-12 il totale al 20) riuscendo a restare in scia. Cos, Varese non capitalizza fino in fondo gli errori al tiro dello Chalon e dopo essere stata avanti di una decina di punti, dal 25-16 subisce un break di 12-1, per chiudere poi punto a punto fino alla seconda sirena (36-34 per i francesi). Si va al riposo con la brutta sensazione che linerzia della gara sia girata. In pi, c una situazione falli preoccupante: Washington, Nolan e Digbeu, tre dei terminali offensivi della squadra di Magnano, sono gi a quota 3.
Linizio della ripresa, invece, ancora di marca biancorossa: tocca a Saniboy, alias Sani Becirovic, caricarsi la squadra sulle spalle: un paio di assist dei suoi a innescare Digbeu e Nolan (lasciati coraggiosamente in campo da Magnano), la solita messe dalla lunetta e Varese piazza un 14-5 che la porta avanti di sette (39-46). Il problema per Magnano arriva sempre dai falli: al terzo di Becirovic si aggiunge al 25 il quarto di Nolan e con quindici minuti ancora da giocare il tecnico oro ad Atene con lArgentina costretto a richiamare lamericano in panchina. Il terzo quarto si chiude sul 51-57 per Varese e il piccolo allungo (4-0) dopo un minuto dellultima frazione, sembra indirizzare la gara nel verso giusto. Gli uomini di Beugnot, per, rispondono con un 7-0 che li riporta a contatto. Magnano rigetta nella mischia Nolan, ma subito dopo arriva il quinto fallo di Digbeu. Varese ora lotta con le unghie, riduce il divario sotto i tabelloni (alla fine 34-28 per lo Chalon) e prova a scappare (58-65). La svolta arriva al 35: lo Chalon subisce un tecnico e dalla lunetta Varese allunga per poi chiudere 61-75. S, Varese ha concesso soltanto 61 punti agli avversari. Quasi da non credere.

Il Giorno

ULTIME NEWS