News

Giovedì 02 Giugno 14:37

Scavolini, adesso viene il difficile

Tra i primi nodi da sciogliere la riconferma del giemme Luchi e la scelta dellallenatore

Le fondamenta ci sono (Amadio e Scavolini), adesso bisogna mettere i mattoni successivi. Il presidente alla fine ha deciso di restare e di proseguire il progetto, e i pesaresi stanno gi dimostrando di apprezzare la chiarezza. E non si fasciano la testa davanti alla prospettiva di meno soldi e ambizioni ridotte (non c pi la Coppa, quindi la gestione delle risorse sar forse pi semplice), perch in ogni caso sar il campo a parlare. La pallacanestro continua a vivere a Pesaro, e questo un bene per tutto il movimento.
Dopo essersi incontrato con Valter Scavolini, marted pomeriggio Enzo Amadio ha visto il sindaco Ceriscioli. Lho ritrovato col sorriso, dopo che sul suo volto cera stata un po di tensione - racconta il primo cittadino - Era molto contento del confronto con Scavolini. Mi ha parlato dei suoi piani, della squadra, del campionato... Gli ho chiesto se avesse risentito gli imprenditori che mesi fa avevano aderito alla cena, ma mi ha risposto di non averli ancora contattati tutti. Sarebbe bello ricoinvolgere nuovamente i vecchi sponsor Cmt, De Longhi e Banca Popolare. La public company? Il prossimo passaggio sar quello di dar voce alle societ interessate. Ci vorr tempo per attuarla? Non ho mai detto che sar un processo facile.
Sempre marted il presidente ha poi incontrato Andrea Luchi (e i commercialisti) e tutto sta procedendo secondo copione (un appuntamento costruttivo). Entro il 10 il giemme firmer la sua riconferma, sempre che veramente tutto vada a posto e si possa ripartire con buone garanzie. Il progetto piace al direttore generale, anche se non ne ancora chiara la durata (un programma annuale sarebbe solo relativamente stimolante). Al momento Luchi pi che sul mercato concentrato su altre situazioni, visto che la stagione attuale termina ufficialmente il 30 giugno. Seguo i campionati giovanili, ci sono questioni accumulate da smaltire e video-cassette da guardare, oltre ad aggiornare gli archivi dei giocatori - dice.
Ora il prossimo passo liscrizione al campionato, per la quale si stanno completando gli incartamenti, e poi si capiranno ulteriori cose.
La squadra? Il coach dovrebbe essere italiano: De Raffaele (Livorno)? Bucchi? Perdichizzi (Capo dOrlando)? Molti giocatori saranno prodotti locali (il fatto che in giro ci sono diversi esterni e pochi lunghi) e diversi contratti in essere potrebbero essere girati altrove, di sicuro quelli troppo pesanti. I giocatori sotto contratto sono 11-12: met resteranno e altrettanti se ne andranno. Dopo il Consiglio Federale di sabato si sapr qualcosa di pi per quel che riguarda il numero degli stranieri e degli italiani da schierare. Il presidente Prandi ha proposto il sei (stranieri, comunitari ed extra) pi sei (italiani), con sei visti da utilizzare in tutta la stagione.
Presto si sapr se il nome di Capicchioni da queste parti continuer ad essere accostato alla societ oppure se si trattava di un fuoco di paglia. Le ultime da Rimini danno lagente-patrn impegnato nella scelta dellallenatore per il team romagnolo: in pole position c Paolo Rossi, lalternativa il pesarese Giampiero Ticchi.
Intanto a Senigallia si accasato Piero Bianchi, lex tecnico di Porto SantElpidio, facendo cos cadere una volta per tutte le voci che volevano Riccardo Paolini in partenza. Il vice di Crespi ha sempre pi chance di restare al suo posto, visto lottimo lavoro svolto e la stima di cui gode.
CAMILLA CATALDO

Il Messaggero

ULTIME NEWS