News

Mercoledì 07 Dicembre 12:33

Tony Gennari nella Hall of Fame di Varese

Pallacanestro Varese ha deciso di completare i festeggiamenti per i propri 60 anni di vita facendo eleggere dai propri tifosi i 10 giocatori che andranno a formare la prima Hall of Fame della societ. Nell'ultima settimana sono stati votati i giocatori del periodo che intercorre dal 1960 al 1968. Dopo l'ingresso di Tonino Zorzi ecco i risultati della seconda votazione:



Il secondo giocatore ad entrare nella Hall of Fame della Pallacanestro Varese Tony Gennari che in una serratissima lotta allultimo voto ha prevalso con una percentuale del 20% su Vianello (19%), Gavagnin (14%) e Bufalini (14%). Gennari legato indissolubilmente allo spareggio di Roma del 16 aprile 1966 quando Ignis e Simmenthal si affrontarono per lo scudetto. Sul campo vinsero i giallobl grazie ad una straordinaria prestazione balistica di Gennari. Quel tricolore venne per scippato a tavolino per unirregolarit nel tesseramento dellitaloamericano. Su Gennari si sono versati fiumi di inchiostro ed diventato un simbolo di classe cestistica, ma anche di ingiustizia: un binomio molto amato dai tifosi.

La Scheda:
Antony Gennari nasce a Buffalo da genitori di chiare origini italiane (provenivano da Forl). Cresciuto nel piccolo college di Canisius, venne scelto dai New York Knicks nel Nba Draft del 1964. Gennari fu per ingaggiato da Borghi che lo convinse a venire a giocare in Italia. Nelle intenzioni dei dirigenti gialloblu litaloamericano doveva essere lo straniero di Coppa e ricoprire il ruolo di Ala. In realt appena mise piede sul parquet e mostr la sua innata classe, venne immediatamente dirottato nel ruolo di playmaker. Si dice che non ci fu giocatore dai fondamentali migliori di Gennari: saltava dritto, in perfetto equilibrio, e con un colpo di frusta del polso infilava con regolarit il canestro avversario. Il suo talento attir lattenzione del Commissario Tecnico della Nazionale Nello Paratore che lo voleva a tutti i costi tra gli Azzurri in vista delle Olimpiadi: Quello non soltanto vale molto per conto suo, ma vale soprattutto perch pu moltiplicare il rendimento dei compagni. Nel suo primo anno con Varese trascin la Ignis sino alla finale di Coppa dei Campioni persa contro lArmata Rossa: segn 160 punti in 8 gare. Il 9 gennaio 1966 vinse la prima edizione della Coppa Intercontinentale contro il Real Madrid segnando 28 punti nelle due gare di andata e ritorno. Il 16 aprile di quello stesso anno, dopo molte controversie, Gennari debutt finalmente nel campionato italiano in seguito allautorizzazione del Comitato Esecutivo Gare della Fip. Entrato in campo nel secondo tempo dopo luscita per cinque falli di Maggetti, Gennari infil una serie impressionante di canestri dalla distanza portando i giallobl alla vittoria. In realt per la Fip si rimangi quanto deliberato prima dello spareggio e assegn a Milano la vittoria a tavolino per tesseramento irregolare. Gennari chiuse cos la prima parte della sua carriera varesina che si riaprir nella stagione 1971/72 dove gioc 22 partite di campionato segnando 113 punti, ma soprattutto diede un grande contributo per la conquista della Coppa dei Campioni ottenuta sul campo di Tel Aviv contro la Jugoplastika Spalato per 70 a 69 grazie ad un suo canestro decisivo.




Da oggi si aprono le votazioni per il terzo periodo della storia biancorossa che va dal 1969 al 1975. Questi i giocatori suggeriti per le votazioni: BISSON, FLABOREA, MENEGHIN D., MORSE, OSSOLA, RAGA, RUSCONI, VITTORI, YELVERTON, ZANATTA. Vista l'importanza di questo periodo saranno scelti ben 3 giocatori che entreranno nella Hall of Fame. Per votare basta mandare un'email all'indirizzo info@pallacanestrovarese.it o collegarsi al sito www.varesefansbasket.it.

Sito Uff. Pall. Varese

ULTIME NEWS