News

Sabato 20 Maggio 09:04

Il basket di ieri e di oggi dà l’addio al Barone

Da Dino Meneghin a Dan Peterson, tanti campioni a Paese

Hai visto quanta gente, Barone? Nella chiesa di Paese ieri cerano tutti quelli che ti volevano bene: i tuoi cari, Magda, Filippo e Andrea stretti nel loro dolore dignitoso accanto al feretro ornato di rose bianche, ma anche tanti colleghi, campioni ed ex giocatori, ragazzi che hai allenato ed allevato, avversari che facevano di tutto per batterti e che ora ti piangono. Sono venuti a darti lultimo saluto Dino Meneghin, Zanatta, Sacchetti, Renzo Bariviera, Iacopini, il tuo grande capitano a Treviso, e poi Ciccio Vianini, Davide Croce, Marco Mian, Dan Gay, Pietrone Generali, Paolo Vazzoler, Adriano Zin. E ancora Solfrini, Pino Motta, i casual di adesso, cio Mordente, Soragna Blatt, Kemzura, Gherardini, Cirelli, Pressacco. Cerano i ragazzi del tuo amato settore giovanile. Ed ancora Luca e Maurizio Sottana, Dan Peterson, Bianchini, Piero Pasini, Puglisi, Gianni Corsolini, Lefebre, Cappellari, Faina, Corno, Nani, Scariolo, Arrigoni, Zappi, Crosato, Brusatin, Giulio Casale, larbitro Chiari, il consigliere federale Nevio Coric. Ragazzone e giovanotti da 1.90 in su si ergevano tra i banchi, occhi umidi allomelia di don Livio, parroco di Paese, che assieme a don Gino di Castagnole ha concelebrato la messa: La vita come una palestra: chi arriva alla gara decisiva non pu dimenticare la preparazione precedente. E per far vincere il bene bisogna sconfiggere il male. A voi giovani che avete conosciuto Sales: abbiate coraggio, fede e forza di volare in alto. In questo momento, discendente di uno dei santi pi famosi, San Francesco di Sales, Riccardo pu dirci com andato il campionato della sua vita. Quindi laddio pronunciato da tre donne a te molto care, infine fuori, sul sagrato, mentre ti portavano alla cremazione, partito lultimo applauso, discreto come il tuo carattere, sommesso come il tono di voce di un galantuomo milanese di 64 anni.
Troppo breve stata la tua vita terrena per non sapere che la tua presenza viva ed qui, fra noi. Ma poi... dai Barone: conoscendoti, a questora, con la tua famosa erre starai gi insegnando la zona match up ad una squadra di angeli.
(Si. Fo.)

La Tribuna

ULTIME NEWS