Forgot the password? x
News

Venerdì 23 Novembre 13:28

Varese regala ricordi meravigliosi alla Scavolini

E da una semifinale nacque - fra le polemiche - la prima moviola del basket italiano

Domenica la Scavolini Spar giocher a Varese e la citt lombarda rimanda a piacevoli ricordi. Nella bacheca della Victoria Libertas ci sono due scudetti, altrettante Coppe Italia e una Coppa delle Coppe. Dopo la vittoria in Coppa delle Coppe (1983, Palma di Maiorca), il primo successo italiano arriv nella stagione 1984/85. I pesaresi erano allenati da un pesarese, Giancarlo Sacco. La finale di Coppa Italia era ad andata e ritorno. La partita di andata si gioc a Varese, vinse la Ciaocrem 91-77. La gara fu decisa da una tripla impossibile di Mike Silvester: fin 109 a 93. La memoria racconta di una festa incredibile in viale dei Partigiani, ma anche la terribile delusione di Riccardo Sales, il barone che allenava Varese, seduto, mani in faccia, sulla scala dello spogliatoio ospite.

Poi, storia, arriv anche lo scudetto. Valerio, sei magico esult, abbracciando Bianchini, Valter Scavolini. Sembrava linizio di un ciclo pesarese. Una maledetta monetina sulla testa di Meneghin e la sentenza del giudice sportivo cancellarono il sogno di un immediato bis. Eppure quella Scavolini era nettamente pi forte delle avversarie. La sconfitta rovin lambiente, rompendo un equilibrio che sembrava magico. Bianchini abbandon Pesaro per rispondere al progetto romano del Gruppo Ferruzzi. Valter Scavolini prima scelse di sostituirlo con Mirko Novosel, ma lavvocato croato era legato a Napoli, poi punt su Sergio Scariolo, assistente di Bianchini. Una scelta felice. La Scavolini conquist il secondo scudetto superando in finale corsi e ricorsi storici Varese. E chi allenava Varese? Il pesarese Giancarlo Sacco. Fu una finale senza storia, anche perch i lombardi persero Meo Sacchetti, vittima di un grave infortunio in gara 2.

Non solo vittorie, contro i lombardi, anche polemiche. Nella stagione del primo scudetto, la Scavolini super Varese in semifinale, espugnando Masnago grazie a una palla rubata di Darwin Cook ai danni di Corny Thompson. Lazione divent la prima moviola del basket. La domenica sera, nella Domenica Sportiva, Aldo Giordani e Mabel Bocchi mostrarono le immagini, scatenando la rabbia pesarese. Era un fatto nuovo, fu preso male, come se Giordani e Bocchi volessero inficiare il successo dei cucinieri. Non era cos.

Prima ancora il ricordo va agli anni della mitica Ignis che vinceva tutto in Italia e in Europa. Allineava, tra gli altri, il messicano Manuel Raga, una guardia favolosa, un realizzatore incredibile. Allora non cerano gli ultras, ma la fantasia della tifoseria era fertile. Un gruppetto che si radunava in un bar di viale Trieste, notando il pullman dei lombardi parcheggiato nei pressi dellhotel Mediterraneo, decise di interromperne il sonno. Come? Facendo esplodere una bomba carta nella vicina spiaggia. Un boato nel cuore della notte svegli Raga e compagni, affacciati ai balconi. I tifosi nascosti esultarono: E fatta, domani non staranno in piedi. Vinse lIgnis; Raga, assonnato ma immarcabile, ne fece una trentina.

LUCIANO MURGIA

Corriere Adriatico

ULTIME NEWS