News

Lunedi 10 Dicembre 09:19

Fortitudo, Mazzon e Torres rischiano di più

La societ: tutti in discussione. Sakota alternativa al tecnico, Curry per lesterno

TEMPO di riflessioni e di provvedimenti al PalaDozza. E inevitabile, dopo luscita tra i fischi di sabato sera, mentre la Tisettanta Cant si godeva la vittoria e gli applausi dei suoi tifosi. Molto pi insolito, invece, che la stessa Fortitudo Pallacanestro ufficializzi il suo scontento e la sua delusione nei confronti di una squadra che fino a qui non ha rispettato le aspettative ed i pronostici della vigilia.
Della situazione tutti devono sentirsi responsabili e la societ valuter, a partire dallimpegno di domani sera in Uleb con la Dynamo Mosca, la risposta fornita da ciascun giocatore e dallorganico nel suo complesso. Non escluso che tra giocatori e staff tecnico qualcuno possa fare immediatamente le valigie e salutare la compagnia. Questa la sintesi del comunicato stampa divulgato ieri dallAquila al termine di un pomeriggio di riunioni.
Fuori dalla posizioni ufficiali, sono due le situazioni che il presidente Gilberto Sacrati sta seriamente valutando: la prima quella di Oscar Torres, la seconda riguarda invece la panchina di Andrea Mazzon. Se vero che lesterno venezuelano forma una miscela esplosiva quando schierato insieme a Spencer Nelson, altrettanto vero che il lungo statunitense non sar a disposizione della squadra almeno per le prossime 4 settimane, quindi alla fine del girone dandata. La sconfitta interna contro Cant ha sbarrato la strada che conduceva alle Final Eight di Coppa Italia, ma eventuali altri insuccessi catapulterebbero la Fortitudo nelle fogne della lotta per non retrocedere, uno spettro che Sacrati vuole ovviamente evitare a tutti i costi.
Per questo motivo non si pu pi aspettare e soprattutto la squadra non pu pi fare a meno di una guardia, immolando sullaltare sacrificale proprio Oscar Torres. Il principale candidato per la sua sostituzione Ramel Curry, anche se le sue condizioni di salute potrebbero non essere perfette. Lalternativa potrebbe diventare Rick Apodaca, lanno scorso a Scafati ed ora nel Besiktas di coach Ergin Ataman.

PI DELICATA la posizione di Andrea Mazzon. La societ riconosce al tecnico fortitudino che lassenza di Nelson ha condizionato non poco il rendimento della squadra ma, allo stesso tempo, ha limpressione che il coach non abbia pi il completo controllo della situazione. Al di l di quelle che sono le convinzioni tecniche, guardando e riguardando la partita contro Cant, il trio Janicenoks, Lamma e Cittadini, stato lunico a salvarsi insieme a Mancinelli. Tutti giocatori con un denominatore comune: sono gli unici allinterno del gruppo biancobl che potrebbero togliersi sassolini dalle scarpe con qualche ragione. Janicenoks per i tre secondi giocati a Biella e il non entrato nel derby, Lamma in quanto utilizzato spesso fuori ruolo o gettato nella mischia quando le cose sono pi che compromesse e infine Cittadini perch uno dei pochi ai quali non stato mai perdonato il pi piccolo degli errori.

AL CONTRARIO, quelli come Thomas e Jenkins, spesso protetti, sabato sera si sono rivelati tra i peggiori. Basta aggiungerci anche i risultati che non arrivano e di materiale per mettere in discussione loperato del coach ce n a sufficienza. Se le cose dovessero andare male anche domani sera, allora, sempre stando al comunicato diramato dalla Fortitudo, il suo esonero dovrebbe essere automatico.
Il sostituto pi probabile sembra essere Dragan Sakota e il fatto che proprio oggi il coach serbo ritorni da una lunga vacanza negli Stati Uniti sembra essere qualcosa di pi che una semplice coincidenza. Tutto passa comunque dalla gara di domani sera. Se la Fortitudo esce sconfitta contro la Dinamo Mosca allora bisogner dire addio anche alle speranze di qualificazione alla seconda fase di Uleb Cup, rendendo ancora pi grigia una stagione che, invece, doveva essere di rilancio.
Infine lAquila sta corteggiando pure Aleksandar Djordjevic, non tanto come futuro allenatore, quanto come prossimo general manager da ingaggiare gi in questa stagione.
MASSIMO SELLERI

Il Resto del Carlino

ULTIME NEWS