News

Venerdì 21 Dicembre 14:03

Gay a Rieti vuole una Scavo da “mezzogiorno di fuoco”

Il team manager un ex legatissimo al club laziale ma non promette sconti:Teniamo troppo alla conquista di un posto in Final Eight

Matricole di nome ma non di fatto, domenica si affrontano Solsonica e Scavolini-Spar, a circa sette mesi di distanza dallultima volta, che per Rieti volle dire promozione allAdriatic Arena. Oggi si continua a sorridere, entrambe viaggiano con il vento in poppa, si ritrovano in alto in classifica e si stanno allenando tutta la settimana allora di pranzo per abituarsi al match delle 12. Per gli uomini di Lardo sar la prima volta in casa durante il pranzo, e lincognita rappresentata proprio dalla risposta del pubblico, tutta da verificare.
Gli ex di turno sono due: Michele Mian da una parte, Dan Gay dallaltra. Per il giocatore-team manager della Scavolini-Spar quella nel Lazio fu la prima tappa italiana (prima di Cant) di una carriera che non si ancora interrotta. Era il 1984 e io non avevo grandissime statistiche uscendo dallUniversit ricorda il pivot italo-americano Dopo un anno a Orlando mi presero a Rieti, dove cerano Nico Messina e Phil Melillo, ma anche Joe Bryant e un giovanissimo Gustavo Tolotti. Ero arrivato a luglio per provare assieme ad altri giocatori, e rimasi per una stagione.
Unesperienza indimenticabile per Gay, che ricorda con grande affetto quel periodo. Nessuno parlava inglese, nemmeno il coach ma con lui si comunicava lo stesso. Mi esercitavo con uninsegnante d italiano unora e mezzo la settimana, facevo una fatica tremenda ma mi impegnai da morire per imparare la vostra lingua! E ci riuscii presto: sono uno a cui piace troppo parlare! La casa di noi americani era lHotel Blu, dove dormivamo, mangiavamo ed eravamo coccolati come figli da Luisa e Antonio.
Ogni tanto una sosta a Rieti dovuta: Sono stato l per linaugurazione del PalaSojourner, ho tanti amici E bello rivederli in Serie A. Tranne Pistoia che spero faccia il salto tutte le mie ex squadre sono attualmente in Serie A! E non sono poche!.
Oggi, dopo pi di ventanni, ci si ritrova per obiettivi comuni Voglio bene a tutti ma di lasciar loro la vittoria non se ne parla! La Solsonica mi piace, gioca bene, viene dallimpresa di Avellino e lotta per raggiungere le Final Eight. Teoricamente in casa non potrebbe perdere Ma noi siamo in crescita e proveremo a giocare la nostra pallacanestro, con lobiettivo di sbancare il loro campo.
Ieri la Scavolini-Spar ha lavorato allAdriatic Arena senza il solo Podest, fermo ai box per un po di mal di gola. Prima si era fermato Pesoli un paio di giorni e anche io non sto benissimo relaziona Dan Gay Il primo ad ammalarsi e a passare linfluenza a tutti stato Myers. Ha iniziato lui proprio come con la torta alla cena di Natale Ma tranquilli, gliela faremo pagare!. Lha presa male? Ma no, alla fine ci siamo divertiti! Anche se per come sono fatto, io non lavrei fatto In questo momento comunque ci sono tutti i motivi per essere contenti e sorridere.
CAMILLA CATALDO

Il Messaggero

ULTIME NEWS