News

Martedì 06 Maggio 09:22

Sakota-Pianigiani, si accende la sfida delle panchine

DRAGAN SAKOTA il prossimo mostro sacro del basket europeo che dovr affrontare Simone Pianigiani. Chiusa la parentesi della Final Four, dove si confrontato prima con l'israeliano Zvika Sherf, 57 anni, e poi con il croato Neven Spahija, 45 anni, sabato il team biancoverde inizia i play off affrontando nei quarti la Fortitudo Bologna, in una delle sfide pi classiche e sentite dalle rispettive tifoserie. Inizia in pratica un nuovo campionato, dove i valori si riazzerano, e dove la tattica e la tensione avranno un peso specifico maggiore. E dove l'esperienza si far sentire. Qualit che non manca davvero a Dragan Sakota, 55 anni, subentrato a Mazzon a stagione in corso per far trovare nuovi equilibri in un team dove ci sono personalit toste come quelle di Forte e Jenkins. Sakota, di nazionalit serba, come Sherf ha un curriculum maturato soprattutto in Grecia. Ha iniziato nell'Imt (Yugoslavia, 1972-1988), quindi allo Zadar (Yugoslavia, 1988-89), Cibona (Yugoslavia, 1989-90), e poi in Grecia, al PAOK (1990-91), Patras (1992-93), Iraklis (1993-94), ancora al PAOK (1994-95), Peristeri (1995-97), Iraklis (1998-2000), Aris (2000-01), AEK (2001-03), Olympiakos (2003-04), quindi alla Stella Rossa Belgrado (2005/2007) prima appunto di approdare a Bologna, per salvare la stagione delle Aquile, e riuscendo appunto a conquistare i play off. Nel curriculum ha anche le stellette di non poco conto di coach della Nazionale di Serbia e Montenegro, ereditate nel 2006 da Obradovic. Scuola, dunque, jugoslava, ed esperienza di basket greco, una miscela esplosiva che Simone Pianigiani deve disinnescare con grande attenzione, perch la Fortitudo una mina vagante, con talenti che vogliono chiudere la stagione in crescendo, anche perch a questo punto non hanno proprio nulla da perdere.
Patrizio Forci

La Nazione

ULTIME NEWS