News

Martedì 06 Maggio 09:29

Messina, da Udine al tetto d’Europa

Il coach dei campioni del Cska fu vice dellApu nel 1982-83

Ettore Messina partito da Udine nella carriera di coach professionista che lha portato sul tetto dEuropa, a cui ormai abbonato avendo vinto 4 volte lEurolega negli ultimi 10 anni. Il giovane Messina, catanese del 1959 trapiantato a Mestre dove a soli 16 anni cominci ad allenare nelle giovanili della Reyer Venezia, ha fatto per la prima volta da assistente (di coach Mangano) in A2 allAp udinese 1982 - 1983. Lanno dopo il grande balzo alla Virtus Bologna, quale vice di Bucci, con linvestitura a capoallenatore nell89-90. Dopo il primo scudetto nel 1992-93 e il quadriennio da ct, il tuffo da vincente nelle coppe europee. Messina conserva solidi rapporti udinesi con chi stato al suo fianco in quella prima avventura allApu. Tra laltro, prima di ottenere dal mai dimenticato Tullio Pittini la possibilit di sfruttare loccasione Virtus Bologna, il nascente coach Ettore ha guidato la squadra allora bianconera dopo la mancata conferma di Massimo Mangano. Lha fatto in coppia con Gigi Colosetti nel torneo di Lega che nell83 sostitu la coppa Italia. Vinta la prima fase di Nord - Est contro Benetton Treviso, Lebole Mestre e Segafredo Gorizia, si ferm alla finale a 4 squadre di Vigevano.
Ettore ricorda Colosetti, che stato suo ospite al Cska un paio danni fa quandera in vacanza a Mosca era arrivato a Udine gi con una serie di scudetti giovanili vinti alle spalle. Era un numero uno in Italia gi in quella volta. Si reputava che avesse un grande avvenire davanti ed arrivato davvero molto, molto in alto.
AllApu, dove lha portato Andrea Fadini al suo primo anno vero da ds e con cui Messina si ritrovato anche per le consulenze di Fadini in Russia, il prode Ettore si divideva con le giovanili. Allenava, infatti, gli allievi del 1968 e i ragazzi del 1969, tra i quali Marco Maran e Luca Corpaci. L ha fatto un altro incontro duraturo con Giovanni Piccin, che ha ritrovato poi in azzurro quale assistente ct nel quadriennio dal 1994 al 1997, chiuso con largento europeo a Barcellona.
Ettore un amico ricorda Piccin e questo quanto mi basta. imbarazzante parlarne, ma dico che sta facendo la storia della pallacanestro contemporanea. Con la disavventura che ha avuto allindomani della qualificazione alla Final four, ha vinto unaltra Eurolega. uno di quegli uomini che si contano sulle punta delle dita. Ormai, se non c lui ad allenare, la Final four neanche la fanno. Pensare, lo ricordo ai giovani di oggi, che a Udine dividevamo in due gli spazi palestra al Carnera per potere allenare.
Se Piccin ricorda i fine settimana a Bologna con psicologi e il compianto preparatore Grandi per preparare i successi azzurri, Luigino Sepulcri vanta un anno di collaborazione atletica con Messina alla Virtus Bologna nel 2001 - 2002, la ultima messiniana dopo il grande slam. Sono molto felice per lui dellultimo successo in Eurolega commenta Sepulcri . Penso che ci sia stata tutta la sua impronta: squadra solida il Cska, di gran durezza mentale. Se mai ce nera bisogno si confermato tra i grandissimi. sempre stato molto preciso ed esigente, ma d anche molto. Con lui mi sono trovato molto bene.
VALERIO MORELLI

Il Messaggero Veneto

ULTIME NEWS